testata ADUC
Polizza Aviva Top Funds – Una matrioska di costi
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Filippo Sgherri
21 aprile 2010 14:30
 
La Credem in questo periodo propone la sottoscrizione di una polizza denominata Aviva Top Funds e come sempre molti di voi ci hanno consultato per avere delucidazioni su tale prodotto.
Si tratta di una classica polizza Unit Linked: è un contratto di tipo assicurativo a vita intera (primo contenitore) che a sua volta sottoscrive dei fondi/sicav (secondo contenitore) che a loro volta acquistano, a seconda della loro specializzazione, azioni, titoli di stato e obbligazioni.
Ogni contenitore prevede costi di gestione:
1) La polizza Aviva Top Fund (potete trovare i dati che seguono negli allegati) ha una commissione di gestione annuale pari al 2,20% sui fondi azionari, 2% su fondi flessibili e bilanciati, 1,50% sui fondi obbligazionari e monetari.
2) I costi annui dei fondi possono variare in base al fondo scelto (per maggiori specifiche troverete il prospetto informativo sul sito del Credito Emiliano): se si decidesse di acquistare un fondo azionario specializzato america dovremmo pagare un'ulteriore serie di costi che posso essere sinteticamente quantificati con il TER (Total expence ratio) e che negli anni passati sono oscillati da un minimo del 3,06% (Blackrock US Flexible) ad un massimo del 4,07% (fondo Janus US Venture anno 2009).
Se invece si optasse di acquistare fondi che investono su obbligazioni a breve termine dovrei considerare il fatto di sostenere costi annui (TER annuo) che nell'ultimi lustro hanno registrato minimi del 1,70% (Invesco Euro Reserve anno 2008) e massimi del 2,40% (Carmignac Securite' anno 2008).
Quindi è vero che il costo per attivare il prodotto è di “soli” 50 euro ed e' assolutamente vero che l'investitore può recuperare i suoi soldi dopo tre anni senza pagare penali ma è altrettanto vero e decisamente importante conoscere anche i costi per la gestione della polizza e dei fondi interni.
A questo punto ipotizzando una ripartizione bilanciata del patrimonio nei diversi fondi previsti, considerando che una parte delle commissioni di gestione dei fondi viene rimborsata nella polizza si puo' quantificare il costo annuo del prodotto come segue:

Costo annuo della polizza: 1,85%
Costo annuo (TER) dei fondi (considerando quelli meno costosi): 2,60%
Totale costo annuo: 4,45%
Rimborso percepito sulle commissioni di gestione dei fondi: 1,30%
Costo complessivo annuo stimato dell'investimento: 3,15%
Durata investimento ipotetico: 7 anni
Costo complessivo per il periodo: 22,05%

Da non dimenticare che il 95% dei fondi non riesce a guadagnare più del mercato.
Adesso poniamoci una domanda.....perchè non costruirsi un portafoglio con “semplici” ETF?
Costo annuo massimo 0,45%
Costo complessivo per 7 anni di gestione 3,15%
Rendimento garantito rispetto alla sottoscrizione della polizza 18,90%
Ops!!!....non dimenticate che la polizza prevede un bonus fedeltà al 5° anno pari allo 0,5% del versamento iniziale.
Mi piacerebbe porre una domanda al dipendente bancario Credem: “perchè una persona con dei soldi da investire dovrebbe sottoscrivere tale prodotto?
Ho pensato ad un motivo ma proprio non l'ho trovato.

Allegato: Scheda prodotto

ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori