testata ADUC
Carceri. Come si sprecano i soldi del contribuente
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
15 maggio 2009 0:00
 
Le carceri scoppiano, dice il ministero di Giustizia: ogni mese 1000 detenuti in piu', siamo arrivati a quota 62mila circa quando le strutture penitenziarie potrebbero ospitarne circa 43mila. Si pensa di costruire nuove carceri o di predisporre navi ad hoc. Nel frattempo, pero', non si attivano quelle esistenti. Ieri la trasmissione "Striscia la notizia" di Mediaset denunciava il caso di un carcere nella provincia di Lecce che non ha detenuti ma solo il personale. Analoga situazione era stata denunciata, dalla medesima trasmissione, due anni fa per un carcere nuovo di zecca in Basilicata, quello di Irsina, costato 3,5 miliardi di lire e non operativo. Nel 2007 il senatore Gustavo Selva (1), in una interrogazione al ministro della Giustizia, citava una indagine de "Il Giornale" nel quale si denunciavano sprechi e disservizi nella gestione del patrimonio carcerario. Sarebbe interessante sapere quali provvedimenti siano stati messi in atto per sanare la situazione. Insomma, mentre si stanziano fondi per nuove strutture, non si attivano quelle esistenti e il cittadino contribuente continua a pagare tasse salate per mantenere in piedi uno Stato inefficiente e spendaccione. Una interrogazione in tal senso e' stata preannunciata dalla senatrice Donatella Poretti.

(1) clicca qui
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori