testata ADUC
Firenze/Torrigiani. Chi paga e chi prende in giro?
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
20 dicembre 2016 8:22
 
 Il Sindaco di Firenze si e’ fatto bello coi soldi degli utenti obbligati di Publiacqua? Sembra proprio di si’. “Chi sbaglia paga”, ha ribadito. “E a pagare non saranno i cittadini con il rincaro della bolletta dell’acqua: i costi se li dovra’ accollare Publiacqua e lo stesso vale per gli altri disagi legati al crollo del lungarno...”.
Ma non e’ cosi’. Quando i politici parlano, bisogna sempre fare la tara: leggere con attenzione, riflettere e vedere gli annessi e connessi. E qui scopriamo che giustamente il Sindaco ha chiesto che i danni diretti siano rimborsati in qualche modo da Publiacqua, ma ha anche chiesto maggiore prevenzione. Cioe’ -nella fattispecie- 90 milioni di euro: 50 per ma manutenzione della rete e 40 allo sviluppo del telecontrollo si’ da rilevare immediatamente le perdite (che oggi sembra che siano il 30%). Questi 40 fanno parte degli investimenti, e questi ultimi e’ previsto per legge che siano a carico degli utenti, quindi in bolletta.
E quindi? Ma cosa ci ha detto il Sindaco? Forse che gli utenti non devono sborsare un centesimo in piu’ per i danni specifici ai danneggiati, che forse saranno pagati dall’assicurazione di Publiacqua che e’ comunque pagata dai soldi della societa’ che vengono dalla sua attivita’? Probabile, ma e’ bene ricordare che gli introiti di Publiacqua sono rappresentanti dalle bollette e queste sono pagate dai cittadini/utenti. Inoltre -giustamente- il Sindaco ha chiesto maggiore prevenzione perche’ quella fatta fino ad oggi non era sufficiente, tant’e’ il disastro che si e’ verificato. Maggiore prevenzione significa piu’ soldi che dovranno essere utilizzati in seguito alla verifica delle carenze che ci sono. E da dove vengono questi soldi? 40 milioni vengono dai cittadini/utenti. C’e’ qualcosa che non torna. Non dovevano essere proprio i cittadini ad essere esentati da un maggiore esborso economico per usufruire dei servizi idrici di Publiacqua? Sembra di no! E quindi, cosa ci ha detto il Sindaco? Si e’ sbagliato ed ha parlato senza ragion veduta? Ce lo auspichiamo, ma non va bene e, comunque, ci aspettiamo che ce lo dica: scusate cittadini, mi sono fatto prendere dalla foga oratoria ed ho detto una cosa che e’ impossibile, anche perche’ Publiacqua non e’ penalmente responsabile di quanto accaduto, e figurati se non usera’ questo per in tutti i modi non sborsare un centesimo… anche se, di riffa o di raffa, sborsare di piu’ o di meno, per Publiacqua e’ relativo, perche’ non sono i soldi dei patrimoni individuali dei suoi dirigenti (la responsabilita’ penale non c’e’.. chiaro?), ma sempre e comunque quelle degli utenti/cittadini.
Ovviamente queste parole che auspichiamo, il Sindaco non le dira’ mai. Le nostre osservazioni resteranno nostre e lui -o altri della sua amministrazione- non li prenderanno minimamente in considerazione, e resteranno i titoli e i testi mediatici di chi ci ha detto che i cittadini non sborseranno un centesimo. Bella la vita? Poi dice che uno s’incazza!!
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori