testata ADUC
Roma. L'Atac e i prussiani
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
30 maggio 2009 0:00
 
Che c'entra l'Atac con i prussiani, quelli che agli appuntamenti spaccano il minuto e noti per la ferrea organizzazione? C'entra, c'entra, perche' quelli dell'Atac sembra che dei prussiani abbiano assunto solo una certa, come dire, rigidita' mentale. Raccontiamo una storia realmente accaduta. La signora R.C. che non possiede automobile, deve prendere un bus, ma e' il 22 Agosto, sono le 14 circa, fa caldo, le 2 emettitrici automatiche di biglietti al capolinea sono guaste, i punti vendita chiusi per ferie o (uno) sprovvisto di biglietti. La signora R.C. e' impossibilitata ad acquistare i biglietti, deve fare un lungo percorso per cui decide di prendere egualmente l'autobus. Mal gliene incolse, perche' incappa in due solerti controllori che, nonostante le spiegazioni, le appioppano la multa: 100 euro!!! Se paga subito sono 50 euro. La signora R.C. si rivolge alla nostra associazione. Si scrive all'Atac spiegando il tutto (e' la prima volta che le capita una simile evenienza). L'Atac non accoglie la richiesta e conferma la multa. La signora R.C., assistita dall'Aduc, fa ricorso al Giudice di Pace. Si e' in attesa. In una capitale europea che somiglia piu' ad una citta' africana, come ha ricordato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, i signori dell'Atac fanno i prussiani nei confronti degli utenti ma non applicano gli stessi metodi alla propria organizzazione. Il caso della rescissione del contratto, tra l'Atac e la Cooperativa Tabaccai, si muove nella stessa logica perche' prima di assumere drastici provvedimenti, si deve pensare agli utenti che da tali decisioni possono essere danneggiati. Sono gli utenti che pagano gli stipendi a dirigenti e personale dell'Atac, direttamente, con l'acquisto dei titoli di viaggio, e indirettamente con le tasse. Sembra che all'Atac questo principio non e' chiaro. La Prussia e' lontana!
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori