testata ADUC
Amsterdam crea le prime calzature realizzate con gomme da masticare raccolte per strada
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
23 luglio 2018 13:27
 
 Se si cammina in città, utilizzando delle scarpe con una suola di gomma, probabilmente avrete avuto necessità inderogabile di trovare un pavimento di tessuto o un vecchio bigliettino da farlo aderire alla suola, in modo da non finire sul pavimento. Le gomme da masticare sono anche peggio dei mozziconi, poiché sono 10 volte più difficili e costose da eliminare. Varie città hanno dedicato le loro energie contro questo problema e le città olandesi ne sono un esempio.
Jolande Penninks è un cittadino olandese che ha fondato Gumbudy, un'organizzazione che ha cominciato ad affiggere volantini in diverse parti di Amsterdam, Rotterdam e altre città olandesi con una mappa del mondo dove le persone vi attaccano la propria gomma da masticare. Il suo obiettivo era quello di pulire le strade e quindi le ha collocate in luoghi affollati come centri commerciali o stazioni dei treni e degli autobus.
Insieme ad altri quattro professionisti entusiasti in pensione, ha creato questa iniziativa grazie alla loro esperienza e creatività sì da mantenere pulite le strade dalle gomme da masticare e, soprattutto, per risolvere un problema ambientale dannoso. Gumbudy si è accordata con le autorità comunali per raccogliere le gomme usate e sensibilizzare i cittadini in strada e nelle scuole sull'impatto ambientale che si determina gettandole a terra.
Il progetto è andato ancora più avanti, quando i Comuni nell'area metropolitana di Amsterdam, hanno lanciato Gumshoe la prima calzatura al mondo fatta di gomme da masticare raccolte dalle strade della città da Gumbudy. Le scarpe hanno una mappa di Amsterdam sulla suola. Con questa iniziativa, non solo combattono le conseguenze ambientale dei rifiuti di gomme, ma migliorano anche la pulizia delle strade, aumentando il loro fascino.
Lo scopo è di aumentare la consapevolezza con una sorprendente innovazione sotto forma di strumento per un’attività sportiva speciale, camminare. "Il nostro impegno quotidiano è di dare alle persone buone condizioni di vita, di lavoro e di svago nella capitale dell'Olanda", dice Mustafa Tanriverdi, della Amsterdam Metropolitan Area.
Ogni anno, circa 1,5 milioni di chili di chewing gum finiscono nelle strade dei Paesi Bassi. La loro pulizia costa milioni di euro ai Comuni del Paese. Una gomma da masticare richiede da 20 a 25 anni per biodegradarsi. "La nostra città ha molto da offrire, soprattutto quando le strade sono pulite. Le strade con le gomme da masticare danno fastidio, ma c'è ancora chi le getta a terra. E’ giunto il momento di cambiare. Ma aggiungere ulteriori regole e restrizioni per affrontare il problema non è in armonia coi nostri obiettivi".
Marijn Bosman, un membro del Consiglio Comunale, ha detto: "Amsterdam è una città che può essere orgogliosa e se vogliamo mantenerla pulita, il Comune non può farlo da solo, e per questo è bene avere iniziative creative come questa per avere una città pulita e accogliente .. ".
Più città, più progetti
A Berlino, il Comune ha coperto parte del pavimento di Alexanderplatz, la Piazza del Municipio della città, con una sorta di rivestimento antiaderente per le gomme da masticare che, così, possono essere rimosse più facilmente. Città del Messico ha investito in costosi cannoni a vapore a 90 gradi chiamati Terminator. Ci vogliono tre giorni, lavorando in turni di tre ore, per completare la pulizia degli oltre 9.000 metri quadrati di uno dei viali principali della città. Al termine, saranno stati rimossi 11.000 pezzi di chewing gum. Altre città, come Singapore, comminano multe salate.
Anna Bullus è stata la prima a far installare a Londra nel 2009 dei recipienti di colore rosa particolarmente vistosi, appositamente progettati per attirare le gomme da masticare ed affrontare globalmente il problema di questi rifiuti.
Le gomme da masticare sono costituite da ingredienti che le rendono estremamente difficili da rompere, compresa la gomma sintetica, che viene anche utilizzata per produrre pneumatici per auto e rivestimenti per pavimenti. La gomma da masticare è troppo dannosa per l'ambiente per consentirgli di finire nella spazzatura senza riciclarla.

(articolo di Susana Molina, pubblicato sul quotidiano El Pais del 23/07/2018)

 

https://www.youtube.com/watch?time_continue=1&v=f155BH2MErE
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori