testata ADUC
L'antipatico. Pressioni commerciali in banca: riusciranno i nostri eroi?
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Anti Patico
17 dicembre 2018 8:32
 
Con tempi davvero fulminei, appena due anni, prenderà avvio la "Commissione bilaterale inquirente tra sindacati e Abi sulle pressioni commerciali"

Già il termine "commissione" fa capire che tutti parleranno a vuoto senza concludere niente di concreto, se non tirare fuori dopo altri due anni un "Protocollo di intesa" che nessuno rispetterà. Basti pensare che i primi mesi di lavoro saranno dedicati ad "acquisire informazioni sui sistemi di incentivazione e per realizzare un'indagine di clima settoriale attraverso l'individuazione di un soggetto terzo". Tutte le parti in causa sanno tutto da sempre, ma così fanno lavorare i loro consulenti amici.

Nella riunione si è "ribadita con convinzione l'importanza dei valori etici (ammazza!) cui ispirare i rapporti tra il mondo bancario, il personale e la clientela: valori e principi che l'accordo pone alla base della riaffermata centralità del settore bancario nel sostegno dell'economia del Paese e a tutela del risparmio, nell'interesse di famiglie, imprese e territori". A tal fine, sono stati individuati azioni e comportamenti per favorire lo sviluppo di politiche commerciali equilibrate, rispettose della dignità dei lavoratori, delle esigenze della clientela e delle esigenze di competitività delle imprese bancarie". Buona fortuna a tutti!

"Le organizzazioni sindacali da tempo hanno condiviso anche l'attenzione alle pressioni dall'alto per far vendere prodotti rischiosi o inappropriati alla clientela, tra le cause di alcune cattive pratiche passate" (passate, ci mancherebbe... mica negli ultimi anni sono accaduti eventi sgradevoli a danno dei clienti... ma no!), a detta dei lavoratori condizione vincolante per sbloccare il rinnovo del contratto di categoria, fermo da anni.

Insomma, riusciranno i nostri eroi a bloccare le pressioni commerciali in banca? Non scervellatevi: la risposta è no.
Cosa riusciranno ad ottenere, allora? Il rinnovo del loro contratto di lavoro.

E i clienti? Quelli comprano senza fiatare qualsiasi cosa si proponga, pure fondi di bottiglia spacciati per diamanti! Che facciamo? Ci mettiamo a sconvolgere le loro sane e consolidate abitudini?
 
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori