testata ADUC
Cannabis ricreativa legale in Michigan. Cosa succede
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
3 dicembre 2018 9:11
 
  Il Michigan è il primo stato nel Midwest dove la marijuana non è legale solo per usi medici.. Nelle elezioni del 6 novembre, gli elettori con un ampio margine hanno approvato l'uso ricreativo da parte di adulti che hanno almeno 21 anni. La decisione arriva 10 anni dopo che gli elettori hanno approvato la marijuana per alleviare gli effetti di certe malattie. Molti sostenitori credono che l'esperienza decennale e l’esperienza della legalizzazione in altri Stati abbiano portato alla vittoria nelle urne. "Sicuramente si sentirà l'odore della libertà", ha detto giovedì l'avvocato di Detroit, Matt Abel, specializzato in leggi sulla marijuana e la cui bacheca in ufficio indica "consigli sulla cannabis".
Undici Stati e il Distretto di Columbia hanno legalizzato la marijuana ricreativa. Naturalmente, ci sono molti avvertimenti in Michigan e già qualche tensione.
QUANTO?
Gli abitanti del Michigan che hanno 21 anni o più possono possedere o trasportare fino a 2,5 once (70,8 grammi) di marijuana. Possono coltivare fino a 12 piante, anche se non possono essere pubblicamente visibili. Possono anche dare 2,5 once (70,8 grammi) ad un'altra persona, ma non per il pagamento.
ZONE OFF LIMIT
La marijuana può essere consumata solo nelle case o in altre proprietà private, anche se i proprietari e i datori di lavoro possono vietarla. Non può essere fumata nei bar o nei ristoranti o in qualsiasi altro luogo accessibile al pubblico. Ciò significa che farsi una canna mentre si passeggia col cane o fare altrettanto tra una lezione e l’altra del college potrebbe creare problemi. I college e le università del Michigan hanno ripetutamente fatto sapere che le politiche antidroga dei campus non cambieranno. I datori di lavoro potranno comunque licenziare le persone per uso di droghe.
NEGOZI DI CANNABIS
Le norme ancora non ci sono. La nuova legge crea un sistema di coltivazione e vendita di marijuana, con milioni di dollari da riscuotere in tasse, ma i negozi sono ancora in alto mare e spetterà alle autorità dello Stato provvedervi. Quindi le persone che vogliono la marijuana ora dovranno coltivarla o ottenerla con altri mezzi, forse illegali. Il Michigan sta appena iniziando a concedere licenze ai dispensari di marijuana medica. Abel spera che il neo-governatore Gretchen Whitmer permetta di vendere marijuana per uso ricreativo per soddisfare la domanda. "Quanto prima saranno autorizzati i negozi al dettaglio, tanto prima lo stato raccoglierà le entrate fiscali", afferma.
RESISTENZE LOCALI
A seconda di dove vivono le persone, comprare marijuana non sarà facile come comprare il pane. I rappresentanti eletti in alcune comunità hanno già votato per vietare le attività legate alla cannabis, ben prima che entrino in vigore le norme statali. Un veto locale è possibile secondo la legge. Anche le amministrazioni locali possono rivedere le loro norme dopo che lo Stato avrà deciso le proprie. Le comunità che non consento l’attività ad imprese di marijuana perderanno l'opportunità di ricavare una parte della tassa del 10% prevista dallo Stato. Ma il sindaco di St. Joseph, Mike Garey, dice che: "Non sarà come i sacchi di monete d'oro alla fine dell'arcobaleno". St. Joseph per ora rimane fuori della legalizzazione.
LA POLIZIA E GLI AMMINISTRATORI DELLA GIUSTIZIA
Dopo le elezioni, alcuni pubblici ministeri hanno fatto sapere che avrebbero archiviato tutti i casi di infrazione in sospeso che coinvolgevano quelle piccole quantità di marijuana che ora sono legali. "Gli elettori si sono espressi", dice il procuratore della contea di Kent, Chris Becker. Ma in alcune contee le norme del passato sono ancora considerate. La marijuana è ancora illegale secondo la legge federale, sebbene i procuratori federali del Michigan affermino che di solito perseguono i più grossi narcotrafficanti, non "criminali di basso livello". Il portavoce della polizia di Stato, il tenente Mike Shaw, dice che è illegale guidare sotto l'influenza della marijuana. "Questa legge non cambierà queste norme".

(da un lancio dell'agenzia stampa Associated Press - AP del 03/12/2018)
 
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori