testata ADUC
Fecondazione assistita. Ovuli e separazione dei coniugi: la sentenza del disaccordo
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Sara Astorino
3 marzo 2021 11:21
 
Il Tribunale di Santa Maria Capua a Vetere, il 27/01/2021 ha deciso su degli ovuli fecondati in caso di separazione dei coniugi.

Il Caso
Una coppia ricorre alla Procreazione Medicalmente Assistita. Segue il percorso della Legge 40/2004, soprattutto per il consenso: l’ovulo è fecondato da uno spermatozoo, da cui arriva un embrione.
La procedura non sempre funziona, per cui necessitano più ovuli.
Nel nostro caso il primo tentativo fallisce. Gli ovuli fecondati sono congelati per un nuovo tentativo.
Ma la coppia si separa e nasce una controversia sugli ovuli fecondati: la donna non rinuncia al progetto di diventare madre. L’ex-marito si oppone.
Senza accordo, ci si è rivolti al Tribunale. Che dà ragione alla donna.

Perché?
E’ la donna ad avere l’ultima parola? No!
La Legge: “il consenso può essere revocato fino alla fecondazione dell'ovocita”. Cioè: se l’ovulo è espiantato ma non fecondato l’uomo può opporsi alla fecondazione, ma se - come in questo caso - è fecondato, non può opporsi.
La decisione è fondata sulla Legge e non dà per scontato che la volontà della donna prevalga sull’uomo.

Quali conseguenze sul padre?
Quando si diventa genitori - anche contro la propria volontà - si è responsabili moralmente e materialmente per il figlio. Il padre dovrà educare, crescere e mantenerlo.

E’ giusto?
La risposta è soggettiva.
Sul piano legale è legittima. Cioé: fino a quando si può revocare il consenso, ed in questo caso non era possibile.
Sul piano morale la partita è aperta. Chi scrive non si esprime. Ma si precisa che l’ordinanza si può impugnare. La vicenda è ancora aperta.

E’ questo l’unico caso ove la volontà dell’uno prevale su quella dell’altro?
No.
Facciamo un paragone tra situazioni diverse ma con un punto di incontro.
La Legge sull’aborto prevede che sia la donna a decidere, anche se il partner si oppone.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori