testata ADUC
Giornata mondiale della bicicletta. Alcuni suggerimenti per grandi e piccoli percorsi
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Vincenzo Donvito
18 aprile 2018 18:55
 
 La bicicletta e’ un mezzo di trasporto con un valore aggiunto per la visita di citta’ o per sfruttare la natura. Il miglior veicolo per muoversi tra le strade o per scoprire gli aspetti piu’ reconditi della natura, anche se non sempre si e’ esperti per questo tipo di uso. Alcuni giorni dopo la decisione ONU che ha stabilito che il 3 giugno sara' la giornata mondiale per promuovere l’uso di questo mezzo di trasporto e ricordare quali sono i diritti dei suoi utilizzatori (il 14 maggio si festeggia, invece, la giornata nazionale nel nostro Paese), ricordiamo alcune proposte di viaggi legate alle due ruote.




Percorsi internazionali
 
La popolarita’ del cicloturismo fa si’ che ci siano sempre piu’ percorsi che vengono segnalati e sempre piu’ piste ciclabili in varie parti del mondo.

Perche’ non fare un giro in bicicletta in Africa?
 
Uno dei percorsi piu’ lunghi del mondo e affascinanti. Comincia a Il Cairo e, passando per le piramidi di Giza, finisce a Citta’ del Capo (Sudafrica). Si percorre tutta l’Africa, da nord a sud. E’ un percorso organizato da TDA Global Cycling fin dal 2003. Si percorrono 12.000 Km e per farla completamente occorrono quattro mesi. Ma non e’ obbligatorio pedalare dall’inizio alla fine: ci possono fare solo alcune tappe, facendo alcuni tratti sui camion di assistenza che l’organizzazione affianca ai ciclisti per assisterli anche con materiale da campeggio. L’edizione 2018 e’ in corso: e’ partita il 7 gennaio e terminera’ il 5 maggio. Qui le informazioni

Patagonia e Terra del Fuoco
 
Arrivare ad Ushuaia, la citta’ piu’ australe del mondo e’ in se’ un’avventura. Farlo in bicicletta attraversando tutta la Patagonia e la Terra del Fuoco e’ quasi da medaglia olimpica. Questo percorso unisce El Chalten, nelle Ande argentine, alle pianure di Ushuaia per 1.150 Km, passando attraverso luoghi emblematici come la montagna Fitz-Roy, Punta Arenas, lo stretto di Magellano e le foreste della Fuegia.

La Pacific Coast in Usa
 
Una dei percorsi mitici degli Stati Uniti, 1.577 Km tra Seattle e San Francisco attraverso tutta la costa occidentale. E’ un’avventura genuina grazie ai forti dislivelli che si devono affrontare e ai larghi tratti con un asfalto perfetto. Si attraversano paesaggi affascinanti con il conforto di vari servizi di assistenza, camping e luoghi per dormire ogni 80-90 Km. Lo si puo’ fare durante tutto l’anno, anche se il momento migliore e’ durante l’estate o l’autunno. Le bici da usare sono quelle tipiche del cicloturismo.

La Mongolia in bicicletta
 
Solo il 10% delle strade della Mongolia sono asfaltate. Ed e’ questo uno dei motivi per cui questo Paese e’ una sorta di paradiso per la bici di montagna, con varie possiblita’. La rotta piu’ conosciuta e’ di 480 Km tra Tsetserleg e Tarat, nelle montagne Khangai, nel centro del Paese. Si puo’ sempre avere ospitalita’ dalle persone che si incontrano nei vari piccoli centri, anche se bisogna partire per essere pronti a qualunque tipo di esperienza.

Il Giappone in bicicletta
 
Si dice che sia il miglior percorso in biccletta nel Paese nipponico. E’ un percorso attraverso le varie isole -collegate da ponti sospesi- che realizzano il cosiddetto mare interno di Seto, nel sud-ovest dell’isola di Honshu, la piu’ grande del Paese, dove sono Tokyo e Osaka. Il periodo migliore per percorrerla e’ l’autunno, mentre l’estate fa molto caldo.

Il Butan in bicicletta
 Scoprire in bicicletta uno degli ultimi Paesi che si e’ aperto al turismo e’ una esperienza notevole. Il Butan e’ il Paese del buddismo, dei monasteri incastonati in luoghi impossibili e della felicita’. E sulle due ruote sembra ancora piu’ bucolico e felice. Si trova poco traffico e molta attenzione per i ciclisti. L’itinerario proposto unisce Paro a Jakar per 318 Km, quasi tutto montagnoso. Il periodo migliore e’ l’autunno e la primavera, e con bici da montagna.

Donauradweg (Germania, Austria e Ungheria)
 
Quella che probabilmente e’ uno dei percorsi cicloturisti migliori in Europa, segue in parallelo il fiume Danubio dalla sua nascita a Donaueschingen, nelle montagne a sud della Germania, fino alla frontiera tra Serbia e Ungheria. E’ un percorso ben segnalato, in cui si trova sempre gente lungo la strada, con servizi molto buoni e una particolare attenzione per il ciclista. Il paesaggio e’ affascinante. Dall’inizio a Passau, alla frontiera tedesco-austriaca, sono in tutto 592 Km. Da Passau a Vienna, altro percorso di una certa qualita’ paesaggistica, altri 340 Km. Si puo’ percorrere con le bici da cicloturismo. Qui le informazioni

Munda Biddi (Australia)
 
Un percorso di 1.000 Km lungo la costa sud-ovest dell’Australia, tra Albany e Perth. Un percorso molto duro, attraverso sentieri circondati da boschi, in una delle zone piu’ selvagge del continente australiano. E’ comunque ben segnalato ed equipaggiato con capanne ogni 40-50 Km dove potersi fermare. Conviene farlo durante l’estate australiana (gennaio e febbraio). Qui le informazioni

In Europa
il progetto EuroVelo raggruppa 15 itinerari ciclistici di lunga percorrenza e ben segnalati che si possono fare in tutto il continente. Per scoprire quali sono i migliori itinerari tra Francia, Olanda, Danimarca o Centroeuropa, consigliamo questo articolo del quotidiano El Pais.
Ma, al di la’ dei percorsi di una certa lunghezza, sono molte le citta’ europee e non solo che possono essere scoperte con la bicicletta. Da Londra a Parigi, la maggior parte delle capitali si possono scoprire in bicicletta. Qui un nostro precedente articolo.

Oltre l'Europa
Taiwan e’ uno dei paradisi per i ciclisti, dove, a partire dalla sua capitale Taipei, si possono raggiungere in bicicletta le piu’ importanti citta’ del Paese con un percorso di 400 m lungo la costa ovest di Formosa.
Il Giappone e’ un Paese in cui la bicicletta e’ normalmente considerata un abituale mezzo di trasporto per spostamenti quotidiani, per cui si possono organizzare grandi viaggi, come da Tokyo ad Osaka attraverso il percorso Tokaido. E’ cosi’ anche a Singapore e anche a Bagan, in Myanmar, dove vale la pensa inforcare la bicicletta per visitare la zona archeologica piu’ visitata di tutto il Paese.
Se avete poco tempo a disposizione, non si possono perdere i percorsi urbani degli Usa. Il sentiero Schuylkill di Filadelfia o seguire il percorso dei tram di San Francisco.

Tornando in Europa, a Londra, il percorso di 10 Km del Regent’s Park o il famoso mercato di Camden fino al Victoria Park. Oppure scoprire Copenaghen e le sue molto note piste ciclabili. O Utrecht. O Berlino.

(grazie a varie informazioni raccolte su El Pais e Lonely Planet)
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori