testata ADUC
Gli orsi polari si estingueranno entro fine secolo?
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
25 luglio 2020 23:22
 
Per anni, immagini di orsi polari affamati (Ursus maritimus) o bloccati su un piccolo pezzo di ghiaccio circolano regolarmente su Internet e sui media. E per una buona ragione, il terreno di caccia di queste plantigradi subisce il pieno peso del riscaldamento globale. Il ghiaccio marino artico si scioglie sempre di più in estate e non si riforma più come in inverno. Tuttavia, gli orsi polari hanno assolutamente bisogno del ghiaccio per cacciare le foche, la loro preda preferita.
Gli orsi polari sono in pericolo, non è uno scoop. Sono stati considerati "vulnerabili" dalla IUCN dal 2015. Uno studio pubblicato su Nature Climate Change prevede che questo super predatore potrebbe scomparire dalle calotte glaciali del Polo Nord entro il 2100 se il pianeta dovesse continuare a riscaldarsi.

Un periodo di digiuno troppo lungo
I ricercatori hanno calcolato i limiti di resistenza degli orsi polari dal loro consumo di energia. Più semplicemente, corrisponde al tempo durante il quale un orso polare può digiunare o ridurre le sue razioni durante i mesi estivi quando il ghiaccio del pack è completamente frammentato.

"Ciò che abbiamo dimostrato è che perderemo la sopravvivenza dei cuccioli, quindi i cuccioli nasceranno, ma le femmine non avranno abbastanza grasso corporeo per produrre latte affinché possano passare la stagione senza ghiaccio", afferma Steven. Amstrup, ricercatore americano alla guida dello studio, alla BBC.

A seconda delle regioni artiche considerate, queste soglie di resistenza variano e potrebbero già essere raggiunte per alcune sottopopolazioni di orsi polari, in particolare quelle che vivono più a sud del circolo polare artico. I ricercatori volevano vedere più lontano nel futuro. Secondo uno scenario in cui le emissioni di gas a effetto serra rimangono elevate, nel 2100 potrebbero scomparire diverse popolazioni di orsi polari. Potrebbero persistere solo le plantigradi che vivono nell'estremo nord. Ci sono ancora quasi 80 anni per evitare che questo scenario diventi una triste realtà; il ghiaccio marino è vitale per gli orsi polari, ma è anche vitale per molte altre specie.

(articolo di Julie Kerne, pubblicato su Futura-Planète del 25/07/2020)
 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori