testata ADUC
Aduc- Osservatorio Firenze. Il rimborso o ristoro degli abbonamenti di Ataf… perché così complicato?
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Redazione
7 agosto 2020 17:40
 
 L’azienda fiorentina dei trasporti pubblici (Ataf) ha pubblicato sul suo web, e sta inviando a chi possiede la sua App, un messaggio su come fare per avere il rimborso degli abbonamenti non utilizzati durante il periodo di confinamento, oppure il prolungamento degli stessi (1).

Ci sono diverse criticità nelle modalità indicate:
- le domande dovranno pervenire solo tramite il loro portale a partire dal 18 agosto. E se un abbonato non può accedere al portale, visto che non sono pochi gli anziani e visto che la presenza sul territorio dell’Ataf esiste e ogni postazione potrebbe essere in grado di raccogliere il dovuto?
- “Si precisa inoltre che non saranno ritenute valide le domande già pervenute attraverso canali diversi (Pec, mail, telefono)” - scrivono. Qui si tocca anche l’illecito, perché per rivendicare un proprio diritto (e questo lo è perché lo stabilisce la legge e non la loro benevolenza) si sostiene che i metodi per eccellenza (pec, per esempio) non hanno valore.

In termini pratici generali ci viene da rilevare che l’Ataf stia cercando di rendere il rimborso complicato, sì che in diversi ci rinunceranno.

NOTA
1- http://www.ataf.net/it/novita-e-comunicati/novita-sul-servizio/covid-19--info-su-ristoro-abbonamenti.aspx?idC=89&idO=62274&LN=it-IT
In merito al ristoro degli abbonamenti ai servizi di Tpl non usufruiti durante il periodo di lockdown legato al Covid-19, la Regione Toscana ha pubblicato, in data 04/08/2020, le linee guida per l’attuazione dell'art. 215 del Decreto Legge 34 del 19 maggio 2020, convertito con la legge di conversione n.77 del 17 luglio 2020.
Le aziende di trasporto si stanno quindi omologando a quanto disposto dalla Regione: Ataf Gestioni pubblicherà a breve, attraverso i consueti canali di comunicazione (avvisi alla clientela, sito, social, App) le modalità operative per presentare la richiesta di ristoro, che avverrà tramite l’emissione di un voucher o tramite il prolungamento della durata dell'abbonamento.
Ataf Gestioni precisa che la richiesta di ristoro dovrà avvenire esclusivamente tramite un apposito portale a cui si potrà accedere da www.ataf.net a partire dal 18/08/2020.
Si precisa inoltre che non saranno ritenute valide le domande già pervenute attraverso canali diversi (Pec, mail, telefono).
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori