testata ADUC
Africa e nuovi mercati. Altro che protezionismo....
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
15 gennaio 2021 13:06
 
 La notizia è clamorosa, ma non ne parla nessuno, fuorchè Radio Radicale che, se non ci fosse bisognerebbe inventarla per il servizio informativo che svolge relativamente a un continente che preoccupa gli europei solo per i migranti.
Dunque, da "Africana", la rubrica di RR, apprendiamo che è stato sottoscritto un accordo fra tutti gli Stati africani per l'istituzione della zona continentale di libero scambio, il che porterebbe ad un aumento di più del 50% del commercio nei prossimi due anni.
L'Africa si estende per 30 milioni di kmq (l'Italia per 300 mila kmq), ha una popolazione di 1,3 miliardi di persone. Abbonda in risorse naturali: detiene il 90% del cobalto mondiale, il 90% del platino, il 50% dell'oro, il 98% del cromo, il 70% della tantalite, 64% di manganese e il 30% di uranio, e abbonda, inoltre, di petrolio e gas, ma è un continente povero.
La libera circolazione di merci, di persone, di servizi e dei capitali sono stati gli elementi che hanno caratterizzato l'evoluzione dell'Europa verso mete di prosperità mai raggiunte prima.
I governi africani lo hanno capito: chiudersi nei propri ambiti non risolve i problemi. In Europa (Brexit docet), purtroppo, c'è qualcuno che non lo ha ancora capito.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori