testata ADUC
BANCA121/MPS. DIFENDERE L'INDIFENDIBILE FINO AL 4YOU-MYWAY?
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
23 dicembre 2003 0:00
 

Firenze, 23 Dicembre 2003. Il sostituto procuratore di Trani, in seguito alle iniziative che l'avv.Giuseppe Romano, collaboratore dell'Aduc, ha avviato in quella procura, ha disposto il sequestro degli strumenti finanziari di Banca121 con i nomi accattivanti che li facevano sembrare emissioni dello Stato. Tra gli indagati c'e' anche l'ex direttore generale -Vincenzo De Bustis- di questa banca e del Monte dei Paschi di Siena. Quest'ultima banca, del cui gruppo Banca121 fa oggi parte, ha preso le distanze, sostenendo che i prodotti incriminati sono stati ideati prima dell'acquisizione di Banca121. Non solo ma Mps sostiene che per i reclami relativi a questi prodotti, gia' come sta facendo con il 4You-MyWay in accordo con alcune associazioni di consumatori, procedera' all'analisi "caso per caso" per la soluzione.
Comprendiamo la palese difficolta' di Mps di non farsi completamente coinvolgere per non innescare una sorta di "meccanismo Parmalat" (che non auguriamo ad alcuno .), ma negare le evidenze non ci sembra che serva ad alcuno. Certo le indagini sono ancora in corso e non c'e' alcuna sentenza, per cui l'autodifesa e' comprensibile, ma se deve essere fatta ad ogni costo, forse il silenzio sarebbe piu' appagante.
Cosa vuol dire Mps quando sostiene che anche nel caso dei prodotti strutturati c'e' la commissione di conciliazione "caso per caso" a disposizione? Le indagini della Procura di Trani sono si' sulle frottole che i promotori hanno raccontato ai risparmiatori per vendere questi prodotti, ma essenzialmente sul fatto che questi prodotti sono stati concepiti per far guadagnare esclusivamente la banca. Cioe' sono prodotti incriminati perche' concepiti in violazione del testo Unico della Finanza, fino alla truffa. Cosa c'entra il "caso per caso"? Noi crediamo che il Mps cerchi di venirne fuori cosi' come crede di aver fatto con il 4You-MyWay, dando la colpa a qualche venditore con pochi scrupoli se non a qualche impiegato della banca, ma mai ammettendo di aver ereditato/concepito dei prodotti finanziari al solo scopo di un proprio guadagno.
Per capire meglio sara' bene ricordare, dalle poche informazioni che si hanno dalla commissione di conciliazione 4You-MyWay i cui incontri sono ufficialmente segretati, che dei pochi casi esaminati solo lo 0,44% ha avuto una soluzione a favore dei risparmiatori. Pensiamo male se crediamo che il Mps voglia fare altrettanto anche con queste obbligazioni strutturate?
Noi facciamo un'altra analisi perche' non abbiamo niente da difendere ad ogni costo, e la facciamo in virtu' della nostra totale indipendenza anche da un eventuale "talmud di difesa del risparmiatore".
Noi osserviamo che Vincenzo De Bustis ha fatto la fortuna di Banca121 con il 4You-MyWay, e che per questo e' stato promosso a direttore generale del Mps, importando una struttura di vendita e un metodo che sembravano vincenti e che, Consob da una parte e Bankitalia dall'altra, hanno messo in discussione (come dimenticare Antonio Fazio che in un'audizione alla Camera lo scorso luglio sostenne che 4You e MyWay avevano violato l'etica ..).
Quindi crediamo che il Mps abbia poco da fare la vittima, anche perche', in sede civile, come succede per un contratto di fornitura elettrica a cui si subentra, ci si assume tutte le responsabilita' dei fatti e misfatti del precedente intestatario.
Vincenzo Donvito, presidente Aduc
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori