testata ADUC
Canone/imposta Rai e riscossione. L'Italia cambia? Certamente non la Rai
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
24 giugno 2013 10:13
 
 L'imposta che si deve pagare se si possiede un apparecchio tv e consentire quindi l'esistenza del servizio pubblico radiotelevisivo, e' una delle piu' odiate dai contribuenti. Non solo per come e' concepita, con la beffa di chiamarla canone e/o abbonamento, ma anche per il sistema di abuso di posizione dominante che la tv di Stato ha sullo specifico mercato, e soprattutto per la violenza continua a cui i contribuenti che non possiedono un apparecchio tv sono sottoposti da parte degli accertatori, a tutti gli effetti dipendenti Rai in quanto quest'ultima e' esattrice fiscale della propria tassa. Dopo l'intensa campagna tv promozionale, ai nuovi assunti Rai per tale incarico, devono aver fatto un corso d'istruzione nelle principali scuole di delinquenza italiana, le carceri, poiche' i metodi che stanno utilizzando non hanno niente di civico e legale. Anzi. Sono un invito ai malcapitati a considerare i propri rapporti con lo Stato nello stesso modo in cui loro vengono trattati da questi accertatori.
Noi di Aduc siamo pieni di esempi e segnalazioni in merito. In questi giorni, a parte la signora a cui e' stato intimato di pagare l'imposta/canone perche', lei residente in un proprio appartamento senza apparecchio tv, ogni tanto andava a vedere la tv presso una propria parente che gia' pagava l'imposta, ci e' giunta una segnalazione che crediamo sia emblematica del degrado civico e dei veri e propri reati che vengono commessi da parte della Rai per riscuotere l'imposta. Ecco la lettera:
“Abbiamo avuto la visita di un operatore Istat per un questionario sulla salute, tra le domande c'era una sulla qualità dei programmi RAI (cosa centri con la salute non si sa); dopo 15 gg circa è arrivata una lettera dalla RAI di Venezia che ci intima al pagamento del canone RAI se non l'avessimo già fatto, in quanto a seguito di un operatore RAI hanno riscontrato che siamo possessori di un televisore, e di pagare col bollettino lasciato dall'operatore che però non è mai arrivato, ne' l'operatore ne' il bollettino....”.
Non abbiamo altro da aggiungere.
Qui il nostro canale web sull'imposta/canone Rai
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori