testata ADUC
Coronavirus e mascherine obbligatorie. Ma il Comune di Firenze, dopo quello di Empoli, ci vuole morti?
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Vincenzo Donvito
8 aprile 2020 18:58
 
  Abbiamo già segnalato in giornata che il Comune di Empoli, nell'ambito della distrubuzione a tappetto prevista dalla Regione Toscana prima che scatti l'obbligo di indossarle nei luoghi pubblici chiusi, distribuisce le mascherine con metodi tutt’altro che igienici.
Altrettanta segnalazione ci arriva da Firenze, nella fattispecie via Gordigiani. Questo il messaggio della segnalazione:
“Mi hanno suonato e messe nella cassetta posta in una busta di carta senza altra busta quelle che avevo comprato erano sigillate nella busta di plastica. Igiene zero!”

A questo punto, con tutto il rispetto per l’impegno e l’iniziativa di Regione Toscana e Comune di Firenze, ci viene spontanea una domanda: il Comune di Firenze ci vuole morti? E lo sa la Regione Toscana che il suo impegno, per il momento in queste due brevi segnalazioni di Empoli e Firenze, viene così sciupato, ridicolizzato e con possibili effetti opposti a quelli che vorrebbero ottenere?
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori