testata ADUC
Governo. Conte, l'illustre sconosciuto e la pandemia
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
10 giugno 2020 12:28
 
 L'espressione "silenzio assordante" è un ossimoro, cioè una definizione che accosta due termini di senso opposto.

Anche "illustre sconosciuto" è un ossimoro, contrapponendo due parole che hanno significato contrastante, ma, nella accezione comune, significa persona della quale non si è sentito parlare.  

A tal proposito, ci è venuto in mente il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Come mai?

Il tutto nasce dalla lettera che Germania, Francia, Danimarca, Belgio, Polonia e Spagna hanno scritto alla presidente della Commissione europea, Ursula von der Layen, in merito alla possibile seconda ondata di pandemia da Coronavirus. 

Poniamo l'accento su "possibile", ma quello che interessa è il contenuto della nota, nella quale si rileva come l'Europa abbia gestito in ritardo e male l'emergenza sanitaria, il che ha provocato la morte di 185 mila persone. Una seconda ondata sarebbe letale per l'economia europea e, dunque, è indispensabile una risposta coordinata e comune alla diffusione virale.

La nota ricorda la nostra richiesta di un ministro alla Salute europeo.

Nella lettera manca la firma dell'Italia, cioè del presidente Conte. Perche mai? 
Perché è un illustre sconosciuto.

Un esempio? Il Mes, il Meccanismo europeo di Stabilità. 

Il governo Conte 1 e 2 lo ha approvato chiedendo modifiche che sono state accordate dalla Ue, ma se ne discute ancora, scegliendo di fare ulteriore debito, a carico del contribuente italiano, con l'emissione dei Btp. 
Si preferisce, inoltre, all'attuale Mes, il futuro Recovery Fund, che avrà le stesse condizionalità e controlli del Mes.

Il nostro Paese può, così, essere credibile? 
No, ovviamente. Meglio ignorarci, così da diventare "illustre sconosciuto".
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori