testata ADUC
Governo. Coronavirus: sono stati bravi?
Scarica e stampa il PDF
Comunicato di Primo Mastrantoni
15 giugno 2020 12:14
 
  E' convinzione diffusa che il governo Conte sia stato bravo nel gestire la pandemia da Coronavirus.

Un dato serve a smontare la diceria: la Germania, con 23 milioni di cittadini in più (abitanti in Germania 83 milioni, in Italia 60 milioni) hanno avuto un quarto di morti dell'Italia.

Eppure, la propaganda mediatica governativa ha avuto i suoi effetti, tanto da indurre il 52% degli italiani a credere che il Paese più amico, in questo frangente, sia stata la Cina, che ci ha esportato il Coronavirus e ha tenuto nascosti i dati epidemici. E' stata sufficiente la diffusione delle immagini degli aiuti cinesi, sui maggiori media nostrani, per indurre a credere alla favola della generosità cinese, in realtà fortemente minore di quella avuta dai paesi occidentali (Usa e Ue).

Ora, si svolge il secondo atto di questa campagna mediatica con la celebrazione degli "Stati Generali", voluta dal governo Conte. A cosa servano non è dato di capire, visto che le cose da fare sono evidenti e non c'è bisogno di autocelebrazioni per capirlo: rilanciare l'economia, smetterla con gli slogan dell'abolizione della povertà, della difesa della sovranità nazionale e del nemico europeo.

I tempi sono più che stretti: a settembre occorre che il sistema produttivo italiano sia in grado di decollare. Il governo Conte deve impiegare i miliardi già stanziati per attuare interventi strutturali e avviare riforme, tra le quali quella della giustizia, non più procrastinabili.

Occorre fare, non dire.

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori