testata ADUC
Viaggi. Caos Grecia. Cosa e come fare per non farsi mettere i piedi in testa
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
26 luglio 2010 13:01
 
 Lo sciopero dei controllori di volo in Grecia sta provocando notevoli disagi a chi deve recarsi in quel Paese e a chi sa cercando di tornare. E gli italiani sono abitualmente generosi verso le offerte turistiche elleniche, soprattutto dopo la crisi economica che ha fatto molto calare i prezzi in questo Paese.
Per evitare di essere sballottati da compagnie e operatori turistici che cercano di non rispettare i propri doveri o, peggio, di trarre utili dalla situazione contingente, e' meglio essere consapevoli e informati sui propri diritti e doveri.

A - Se si e' prenotato solo un volo aereo (anche nel caso ci sia un albergo, ma quest'ultimo non faccia parte di una pacchetto turistico) si ha diritto a:
* Rimborso del prezzo del biglietto per la parte di viaggio non usufruita oppure, in alternativa, ad un nuovo volo (riprotezione) con partenza il prima possibile o in data successiva piu' conveniente per il passeggero, a condizioni comparabili.
* Assistenza, ovvero:
- pasti e bevande in relazione alla durata dell'attesa;
- adeguata sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o piu' pernottamenti;
- trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
- due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.
Trattandosi di uno sciopero, non si ha diritto a compensazione pecuniaria.
Qui le regole riportate in una nostra scheda pratica con anche indicazioni per eventuali contestazioni.

B – Se si e' prenotato un pacchetto viaggio:
* Se viene annullato prima della partenza , il consumatore ha diritto ad una di queste opzioni:
- usufruire di un altro pacchetto di qualita' equivalente o superiore senza supplementi di prezzo;
- usufruire di un altro pacchetto di qualita' inferiore previo rimborso della differenza di prezzo;
- essere rimborsato dell'intera somma gia' pagata entro 7 giorni lavorativi dal momento del recesso o della cancellazione.
* Se subisce delle modifiche, deve essere rimborsata la eventuale differenza.
* Se, finito il viaggio, non si riesce a tornare, il tour operator, mediando col vettore aereo, deve garantire:
- pasti e bevande in relazione alla durata dell'attesa;
- adeguata sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o piu' pernottamenti;
- trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa;
- due chiamate telefoniche o messaggi via telex, fax o e-mail.
Non e' possibile chiedere una compensazione pecuniaria perche' l'annullamento e' dovuto per causa di forza maggiore.
Qui le regole riportate in una nostra scheda pratica, con anche le indicazioni per eventuali contestazioni.

Per eventuali chiarimenti e casi particolari, il servizio Aduc di informazione e' disponibile:
- per telefono (da lunedi' a venerdi' ore 10/18) al n.8959697997
- per posta elettronica (risposta entro 24 ore)
 
 
COMUNICATI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori