testata ADUC
Consiglio di condominio
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
26 maggio 2022 0:00
 
Cara Aduc, l'art. 1130bis c.c. recita "L'assemblea può anche nominare, oltre all'amministratore, un consiglio di condominio composto da almeno TRE condomini negli edifici di almeno dodici unità immobiliari", ma secondo il regolamento condominiale (del 1970 circa) sono solo 2 i consiglieri del palazzo che si possono eleggere.
chi ha ragione? quanti consiglieri? 2 o 3? codice civile batte regolamento o viceversa?
Simona, dalla provincia di RM

Risposta:
la giurisprudenza sull'argomento non è ancora in grado di dare una risposta certa alla sua domanda. Tuttavia, in base alla giurisprudenza sul rapporto tra regolamento e legge, le potremmo rispondere che dipende dal tipo di regolamento condominiale. Se è un regolamento di tipo contrattuale (approvato o sottoscritto all'unanimità), esso può prevalere sulla legge, purché non violi le norme imperative del codice civile (ad esempio, nessun regolamento puo' autorizzare il consiglio di condominio a sostituirsi all'assemblea in qualsivoglia decisione). Se invece si tratta di un regolamento approvato a maggioranza, prevale la legge, e pertanto dovrete procedere alla nomina di un terzo consigliere affinché possa considerarsi costituito il consiglio di condominio.
Tuttavia, la giurisprudenza potrebbe seguire un diverso corso: considerare la norma in questione di natura imperativa, e quindi imporre sempre il numero minimo di 3 membri, indipendentemente dal tipo di regolamento; oppure, considerare la norma come integralmente dispositiva, per cui il condominio può decidere liberamente il numero dei componenti, indipendentemente dal tipo di regolamento.
Solo il tempo ci dirà quale indirizzo prevarrà.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS