testata ADUC
incremento tariffa acqua da parte del gestore del condominio
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
7 agosto 2020 0:00
 
Salve,
ho firmato un contratto d'affitto di un'appartamento con una società di gestione condominiale che fa da tramite con il proprietario dell'immobile e che gestisce le spese condominiali.
All'inizio del rapporto mi è stato detto che le tariffe per acqua calda e fredda sarebbero state rispettivamente 8 euro/mcubo e 4 euro/mcubo.
Successivamente mi è stato comunicato via email che per questioni di bilancio il costo per acqua calda sarebbe stato di 12 euro/mcubo rispetto agli 8 euro/mcubo iniziali.
Inoltre l'importo delle spese dell'acqua calda e fredde vengono richieste senza nessun giustificativo che evidenzi i costi dell'ente erogatore del servizio.Mi viene lasciato un "pizzino" sotto la porta con l'importo totale senza nessuna esplicitazione dei costi. Inoltre dopo numerose richieste (anche documentate via email) non sono mai riuscito ad avere un costo puntuale al m^3 per acqua fredda e mai un costo puntuale al m^3 per acqua calda sanitaria.
mi è stato mostrato un consuntivo del bilancio condominiale, dove non riesco ad estrapolare i miei costi puntuali. Per l'acqua calda sanitaria mi è stato inviato uno screenshot di un foglio excel dove posso calcolare il costo dell'acqua calda in almeno 3 modi diversi.
è possibile cambiare i costi in maniera così arbitraria e soprattutto si possono scaricare le perdite di bilancio sugli inquilini aumentando le spese delle utenze?
Posso rivalermi sulla società di gestione e chiedere la restituzione delle spese aggiuntive?
Ps: sul contratto d'affitto non si menzionano un importo preciso per le spese relativo al consumo idrico. inoltre non mi è stata mai mostrata una bolletta dell'acqua (anche dopo richiesta).
Nel caso sospendessi il pagamento delle utenze e dovessero farmi un decreto ingiuntivo (a cui mi opporrei), potrei avere problemi con la richiesta di mutuo che andrò ad attivare a breve?
Rischio di entrare in una banca dati di cattivi pagatori che potrebbe impedirmi di richiedere un mutuo?
Inoltre, potrebbero sospendere l'erogazione del servizio idrico dopo l'attivazione del decreto ingiuntivo?
Grazie e distinti saluti.
Salvatore, dalla provincia di MO

Risposta:
le modalità di pagamento delle spese dei servizi utilizzati dai conduttori, sia condominiali che privati dell'immobile, devono essere regolate solo dal contratto di locazione, stipulato col locatore o il delegato legale. In caso di deroghe illegittime e/o inadempienze contrattuali, si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di messa in mora:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
 
 
LETTERE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori