testata ADUC
OpenFiber
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
7 luglio 2020 0:00
 
Avendo già avuto modo di apprezzare il Vs. aiuto, vi scrivo di nuovo in quanto stamattina, telefonicamente, sono stata contattata da Eagle Projects perchè la via dove abito sarà, a brevissimo, interessata ai lavori per la fibra di Open Fiber e il mio piccolo condominio, non costituito e quindi senza amministratore in quanto con soli 5 condomini, dovrà ospitare, nei vani comuni dove sono i contatori Enel, una centralina, borchia ottica come viene chiamata, x il cablaggio dell'edificio. tutti i lavori saranno a carico della ditta e noi condomini non avremo alcuna spesa. però hanno bisogno del ns consenso e sono riusciti a contattare solo me xchè ancora dotata di linea fissa, sono stata agevolmente individuata sugli elenchi telefonici. io, naturalmente, non posso impegnarmi x gli altri condomini, ma solo informarli e raccogliere il loro consenso se volessero darlo. ma esiste un obbligo di legge come da DL 15 febb 2016 n. 33 art. 8 o no? non sono riuscita a capirlo e perchè se siamo obbligati a ospitare questo marchingegno dovremmo dare il ns consenso? non sono affatto convinta e il tono della telefonata non solo è stato perentorio, ma anche abbastanza spiacevole. conto su di Voi x capirci qualcosa, grazie mille
Miriam, dalla provincia di MC

Risposta:
Lei ha ragione: la ditta che necessita delle autorizzazioni ha la possibilità di ricercare e coinvolgere, anche in proprio, l'identita' dei proprietari interessati
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori