testata ADUC
Richiesta denaro da società Recupero Crediti
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
6 maggio 2021 0:00
 
Salve
Mi è arrivata ieri una lettera di una società di recupero crediti che mi intima di pagare (una cinquantina di €) per un credito che aveva Eni nei miei confronti, e che hanno preso in carico loro. Ho telefonato ad Eni, e mi hanno detto che in effetti esiste questa cosa, riguardante l'utenza di una mia vecchia residenza. Risale al 2014, ma a me non è mai arrivato niente, prima di questa lettera, ch
e ripeto non è una raccomandata ma che è stata mandata tramite Posta Massiva, il servizio di Poste Italiane che permette di spedire grandi quantità di lettere.
L'altra cosa strana da segnalarvi è che, oltre come già detto a essere una lettera ordinaria e non una raccomandata, non ha nessun bollettino precompilato, ma indica che si può pagare tramite bonifico o tramite bollettino postale (che loro, come detto, non hanno fornito). E poi di mandargli tramite fax gli estremi del pagamento e anche copia di un documento di riconoscimento...C'è anche una minaccia, neanche tanto velata. Testualmente: "Resta inteso che, ove non ricevendo il pagamento entro i termini indicati, la società Mandante si riserverà il diritto di agire in tutte le sedi competenti per il recupero del proprio credito, con ulteriori spese a vostro carico".
Mi domando:
1 questa lettera, che mi intima di pagare entro 10 giorni, ha valore legale? Perché è una lettera normale, non una raccomandata A/R. Come fanno loro a sapere che l'ho ricevuta e proprio tale giorno?
2 Come già detto, ho telefonato a Eni, e a lor "risulta" questa cosa. Solo che a me non è arrivato mai niente (di conseguenza, io non ho nessuna responsabilità), e inoltre si tratta del 2014...Quanto è la prescrizione in questi casi?
Per finire, cosa mi consigliate di fare?
Cordiali saluti
Carlo, dalla provincia di LE

Risposta:
alle sue legittime domande rispondiamo cosi':
- le notifiche formali di pagamento di un credito devono essere comunicate per raccomandata AR e corredate dei documenti di prova che ne attestino la validita'.
- per legittimare il suo credito Eni dovrebbe esibire, direttamente o tramite la societa' di recupero crediti, copia dei ripetuti e formali solleciti inviati nel periodo, che attestino la non prescrizione del credito.
Consigliamo percio' di ignorare ogni comunicazione che non le giunga per raccomandata AR.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori