testata ADUC
L’irriverente ha pranzato con una frugale. Che emozione. La Finlandia e l’Italia che ci piacciono
Scarica e stampa il PDF
L'irriverente di Vincenzo Donvito
20 luglio 2020 13:20
 
  Ieri ho pranzato con la mia amica Eva, da Helsinki. Ci conosciamo e frequentiamo da diverso tempo e la conoscenza della lingua ci consente di ragionare anche in cose molto profonde, senza le solite “lingue veicolari” che ti portano ad appiattire molto delle espressioni e dei concetti che si usano e che si percepiscono.
Eva conosce bene Sanna Marin (l’attuale leader socialdemocratica del governo finlandese), la segue ed è attenta alle evoluzioni della sua sfida col governo, in un Paese che per la guida politica è spesso diverso e confuso coi suoi vicini scandinavi. Incuriosita da quanto sta facendo la signora Marin (praticamente demotivando l’eventuale crescita di consenso dei sovranisti locali), ne abbiamo parlato tra una bietola dell’orto saltata con uova e noce moscata, una bistecca alla fiorentina con insalata di campo e i primi pomodori del solito orto, finendo con frutta di stagione raccolta e gustata dagli alberi che circondavano il nostro desco in quel del Mugello (campagna toscana a nord-est di Firenze); tutto bagnato da Chianti ovviamente. Sottofondo lontano lontano mescolato a cicaleggio e cinguettii: i rombi dei motori delle prove di Formula1 nel vicino autodromo (a settembre ci saranno le gare, dopo il colpaccio dell’acquisizione da parte degli amministratori locali… già ora non si trova un posto in albergo neanche a pagarlo dieci volte il suo prezzo ordinario).

Un incontro italo-finlandese tutt’altro che frugale, è stata la nostra prima battuta. Ma tant’è, con Eva ci accomuna la passione per il buon cibo, la schiettezza, l’amore e il rispetto della natura e la lungimiranza delle nostre dissertazioni: la mia “mediterraneità” e la sua “nordicità”.
E abbiamo parlato della frugalità dell’incontro tra Sanna (Marin) e Giuseppe (Conte). Eva in effetti è stata molto stupìta della rigidità (frugalità) della signora Marin, io l’ho aiutata a comprendere meglio il contesto ponendo l’accento sui ripetuti segnali di dubbia affidabilità mostrati dal governo italiano in sede nazionale e comunitaria… ma lei, nulla, “la signora Marin parla senza sapere chi sono gli italiani e cosa è l’Italia e, soprattutto, gli sfugge l’importanza dell’Unione, foss’anche per godere delle pesche del Mugello e delle colline a portata di mano per fare quello che io e te stiamo facendo in questo momento”. Ed io: “Eva, ma tu parli di vita vissuta, loro parlano di politica”. “Ahmi interrompe Eva ma che cos’è la politica se non un modo per trattare e rendere migliore la vita vissuta?”.

Eva mi ha gelato (finlandese….) con la sua fredda razionalità e lungimiranza. Ed ha continuato “Io la signora Marin, apprezzata ambientalista e donna, la stimo per razionalità e disponibilità, non capisco il suo fare da spalla alla destra liberale olandese”. A quel punto mi sono “gelato”, ho guardato Eva negli occhi in modo intenso e le ho detto: “chiamiamo qui la signora Marin e forse capirà come mediterranei e nordici possono ben interloquire, e altrettanto bene trovare soluzioni”. Ed Eva: “le telefono subito”; “ora non mi può parlare, è a pranzo con Mark Rutte”. Ed io: “chissà se si trova bene, e chissà cosa stanno mangiando alla mensa dei premier dell’Ue”. Eva mi fa un sorriso che farebbe sciogliere anche il monumento più vetusto: “Non sa cosa perde, ché tulipani e Mugello stanno tanto bene insieme, a qualunque prezzo”. Il quattrozampe Gino, che scodinzolando circolava tra le nostre gambe al tavolo frugale, ha attirato la nostra attenzione, lo abbiamo accarezzato e abbiamo continuato il nostro poco-frugale incontro dopo che, facendo tintinnare i calici ci siamo detti: “viva la Finlandia, viva l’Italia… non sanno cosa perdono, se solo facessero un tuffo qui dove siamo ora...”.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
L'IRRIVERENTE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori