testata ADUC
L’irriverente si imbarca sulla nuova Alitalia e sceglie i voli selezionati per tipologia di passeggeri
Scarica e stampa il PDF
L'irriverente di Vincenzo Donvito
11 settembre 2020 19:20
 
  L’Alitalia ha fatto sapere che dal prossimo martedì 15 settembre, due voli al giorno, nella tratta Roma-Milano, potranno essere utilizzati solo da passeggeri al 100% no-covid. A parte la mancanza di certezza per garantire l’assenza di persone infette, anche se tutte saranno state tamponate fino a poco prima dell’imbarco… quisquiglie quando si deve vendere qualcosa, e che qualcosa, poi… un trasporto sicuro per due motivi: è la compagnia di bandiera e saranno tutti sorridenti perché senza covid.

Comunque, a parte le osservazioni logiche e sanitarie e scientifiche, la nostra (di noi contribuenti) Alitalia sta inaugurando il suo nuovo corso. Anche se la newco ancora non c’è e non si sa quando ci sarà, potendo comunque volare grazie ai nostri (sempre noi contribuenti) soldi e non alle sue capacità di mercato.
Il ministro dei Trasporti, e i suoi sodali, ci aveva annunciato iniziative strepitose che ci avrebbero fatto ben comprendere di che tacca e che impegno ci mettevano per far diventare la compagnia di bandiera regina dei cieli.
Ora lo abbiamo capito.
Sono i voli esclusivi.
Dove l’esclusività nasce dalla selezione. Non tra i ricchi… banali metodi dei vecchi mercati…, ma dalla salute e dalla tipologia dei passeggeri.
Quindi ogni martedì tutti quelli senza covide gli altri giorni quelli col covid… no, ma questo non si può, non sarebbe “healtly correct”, e poi magari qualche medico che non fa parte dello staff della compagnia di bandiera potrebbe anche prendersela… e quindi?
Beh, varato il volo dei puri anti-covid, basta dar sfogo alla fantasia:
- il mercoledì ci saranno i voli per quelli no-Alzheimer, così il personale Alitalia non dovrà perdere tempo a ricordar loro dove sono e cosa stanno facendo;
- il giovedì ci saranno i voli per quelli no-Parkinson, così il personale Alitalia potrà servire i propri rinfreschi in volo senza dover in continuazione raccogliere cibo e liquidi che altrimenti cascherebbero ovunque;
- il venerdì ci saranno i voli per quelli no-diabete, così Alitalia non dovrà avere a bordo un paio di medici per le eventuali crisi;
- il sabato ci saranno i voli per quelli senza nessun tipo di handicap fisico, così il personale Alitalia potrà essere più sereno, i passeggeri non saranno disturbati da questi storpi che hanno bisogno di due hostess per essere trasportati dalla carrozzella al sedile, e i passeggeri free-handicap (suggeriamo il nome in inglese, si vende meglio) potranno essere tra i loro pari e non doversi trovare in situazioni sgradevoli che metterebbero a rischio (anche psicologico) la propria bellezza fisica;
- la domenica ci saranno i voli per quelli che non hanno consumato droghe nelle ultime settimane (screening speciali possono rilevare il consumo di cannabis, per esempio, financo a due settimane prima), così il personale Alitalia non avrà problemi di passeggeri con crisi di astinenza (questo lo scrive la propaganda di Alitalia ché non ha ben chiaro che le crisi di astinenza tra consumatori di cannabis sono pressocché inesistenti, ma il loro consulente è l’assessore alla Sicurezza della Regione Lombardia, Riccardo De Corato, noto informato nel settore);
- il lunedì ci saranno i voli di quelli che hanno sempre pagato le tasse negli ultimi dieci anni (grazie ad una speciale convenzione con l’Agenzia delle Entrate), così il personale Alitalia potrà stare tranquillo che nessun passeggero si porterà a casa un bicchierino o una forchettina.

Il centro studi Alitalia ci fa sapere che al momento sono allo studio anche altre tipi di selezioni:
- quelli coi capelli biondi;
- quelli con la pelle scura e quelli con la pelle chiara, nonché quelli con le varie tonalità di pelle magrebina;
- quelli che non hanno bambini al seguito e quelli che i bambini al seguito li hanno (in quest’ultimo caso si dovrà pagare il supplemento per un pagliaccio da intrattenimento).
- immigrati con regolare permesso di soggiorno e, alternativamente, immigrati senza permesso di soggiorno.
Etc etc
Sempre il centro studi ci hanno fatto sapere che alcune proposte per voli di soli ariani sono state escluse per opportunità.

Della serie: si sa dove si comincia, ma non dove si finisce...
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
L'IRRIVERENTE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori