testata ADUC
Irriverenti perle quotidiane
Scarica e stampa il PDF
L'irriverente di Redazione
10 giugno 2021 17:51
 

Quello che mi secca (ma mi fa pure piacere in fondo) è che i novax saranno protetti grazie alle nostre vaccinazioni. Come gli evasori che vengono curati al pronto soccorso perché noi paghiamo le tasse. Ma va bene così, non lamentiamoci.
(Roberto Burioni, Twitter)
---------------------------------------------

STORIA VERA
"Quella è una striscia blu, parcheggio a pagamento, e questo è lo scontrino che dice che ho pagato" dice solerte il SuvProprietario
"Ma il tuo paraurti sborda di mezzo metro", risponde il vigile con le braccia conserte
"sborda di poco, non è colpa mia se fanno le strisce blu per le macchinette delle massaie!"
"allora dovresti pagare due parcheggi"
"ah sì?, allora pago due parcheggi, perché non sono un morto di fame. Ma sia chiaro: nessuno usa lo spazio che avanza. Io pago, io uso come voglio"
Apre il portabagagli e occupa lo spazio restante del parcheggio adiacente con del materiale ingombrante che aveva con sé. Sposta un po' la macchina in modo da occupare più di mezzo metro e guarda il vigile soddisfatto.
"Così va bene?"
Il vigile annuisce.
Un ragazzo cerca di fissare la bici legandola al paletto vicino allo spazio rimasto vuoto, ma il suv proprietario gli si scaglia contro e gli intima di indietreggiare: "quel posto è tutto mio! Io pago, io uso. Io pago, io decido!"
Il ciclista guarda il vigile. Il vigile annuisce.
Il ragazzo guarda il costo del parcheggio: primi 90 minuti gratis, poi 1,50 all'ora; si fa due conti, calcola lo spazio, crea un gruppo WhatsApp con 20 amici, in 15 gli rispondono.
Lega la bici altrove e se ne va.
Il giorno successivo il SuvProprietario trova il posto del giorno prima occupato da una dozzina di biciclette legate tra loro.
Con lo scontrino per le strisce blu.
Il posto vicino è libero, allora scende dalla macchina e sposta una delle bici che sta proprio a 5 centimetri dalla striscia blu.
Il vigile lo vede e lo blocca: non lo può fare. Secondo il principio esposto dallo stesso automobilista, se il posto è stato pagato da qualcun altro, non si può invadere.
Ma in quella ripassa il ragazzo che gli da l'autorizzazione a invadere il loro spazio, accollandosi però una quota del parcheggio.
"Certo" sorride rinfrancato e pieno di gratitudine l'autista, "quanto vi devo?"
"per tutta la giornata, visto che occupi col tuo muso ben due posti bici, 2 euro"
"ma è pochissimo". Lascia al ciclista 5 euro (3 di mancia) e se ne va convinto di aver fatto un affare.
Il vigile chiede al ragazzo perché non ha approfittato della situazione per fargliela pagare e il ciclista risponde:
"E' il suo ultimo giorno, lascia che se lo goda. Per domani sono previste ottanta biciclette. Entro la fine del mese non lasceremo più neanche un posto alle macchine. E' impossibile non provare un po' di affetto per i dinosauri morenti"
E quel ciclista somigliava tantissimo al cantante dei Maneskin
(JCC, Facebook)
----------------------------------------

AFORISMI FIORENTINI
L’articolo 358 del codice di procedura penale prevede che il pubblico ministero debba svolgere accertamenti su fatti e circostanze a favore dell’ indagato.
I pubblici ministeri milanesi Fabio de Pasquale e Sergio Spadaro risultano indagati dalla procura di Brescia, non perché non abbiano cercato prove a favore di loro imputati, bensì perché avendole trovate addirittura le hanno nascoste al processo.
In sostanza, avevano la prova dell’innocenza dei loro imputati e nascondendola, hanno continuato ad accusarli chiedendone la condanna.
Allora facciamo un patto: noi continuiamo a raccontare la barzelletta che abbiamo fiducia nella magistratura e voi, almeno, smettete di raccontare la barzelletta che l’unicità della carriera dei magistrati serve a dotare il pm della cultura della giurisdizione.
Così, per decenza.
IL TACITURNO
(Alessandro Lozzi, Facebook)
------------------------------------------------------------

Un ingegnere a 650 euro. Poi li appendi e si incazzano anche
(S, Twitter)
------------------------------------------------

E poi dicono che gettare i materassi per strada è una brutta cosa, invece talvolta servono.
(MF, Facebook)
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori