testata ADUC
mandato agenzia immobiliare
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
13 luglio 2019 0:00
 
mio padre e i suoi fratelli hanno ricevuto in eredità un immobile circondato da un terreno che decidono di vendere nel marzo del 2018 dopo che una delle sorelle è venuta a mancare. Firmiamo il mandato io con procura generale di mio padre e mia cugina divenuta proprietaria insieme alle sorelle di una quota a seguito della rinuncia all'eredità della madre. Non ci viene consegnata copia del mandato perchè l'agente doveva farlo firmare a nostro zio. Ad agosto viene a mancare anche mio padre. Non avendo letto attentamente il mandato eravamo convinte che fosse scaduto a dicembre 2018.
A marzo 2019 l'agente ci chiama per dirci che aveva ricevuta una proposta d'acquisto conun consistente ribasso sul prezzo da noi richiesto. in quella occasione scopriamo che nostro zio non aveva firmato il mandato.
Mio fratello, mia madre ed io rifiutiamo l'offerta.
Mio fratello sostiene che quel mandato firmato da me e mia cugina ha cessato la sua validità nel momento che nostro padre è deceduto e che lui vuole far valere il suo diritto di non vendere o di avvalersi di un altro agente immobiliare.
Ha ragione? E' consigliabile rivolgersi ad un legale?
grazie
Antonella, dalla provincia di RM

Risposta:
il mandato o la procura vale fino a quando è in vita il rappresentato; dopodiche esaurisce la sua efficacia.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori