testata ADUC
richiesta bollette autoletture pregresse GAS
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
13 luglio 2019 0:00
 
Buongiorno, la società AMGAS richiede il conguaglio tra l'autolettura recentemente fatta e i pregressi consumi stimati.
recentemente AMGAS trasmetteva con raccomandata la richiesta di autolettura del gas, in quanto dal 2010 io non l'avevo mai effettuata. Successivamente alla trasmissione dell'autolettura, con ulteriore raccomandata AMGAS RICHIEDEVA CIRCA 2.000 € DI CONGUAGLIO, compreso di spese e more varie. infine a seguito del mio reclamo alla richiesta di conguaglio per bollette prescritte da oltre due anni, AMGAS replica che il principio di prescrizione non si applica perchè nel 2010, 2011, 2012, 203, 2016, 2017, 2018 e 2019, aveva lasciato con bigliettino l'avviso di mancata lettura perchè il contatore è (effettivamente) inaccessibile dall'esterno e da aree comuni. Per quanto sopra esposto:
1. Atteso che la stessa AMGAS ammette di non aver effettuato tentativi di autolettura nel 2014 e nel 2015, è possibile far valere comunque la prescrizione?
2. Infine, Sarei anche disposto a pagare la differenza tra quanto stimato e quanto effettivamente al contatore, ma non ritengo dover pagare alcuna delle spese accessorie, nè tantomeno il valore attuale del gas, considerato che l'avrei consumato in anni in cui il costo era molto minore, eventualmente posso esprimere consensualmente questa mia disponibilità o non è realizzabile dal punto di vista amministrativo?
Grazie della cortese attenzione.
Claudio, dalla provincia di BA

Risposta:
La prescrizione dei due anni vale per i due anni precedenti alla data della raccomandata solo se si accerta una conclamata responsabilità dei due operatori (fornitore e/o Distributore locale) sul ritardo della comunicazione formale, ivi compreso l'avviso sulle relative bollette.
Allora questo cio' che dovrebbe fare, nell'ordine:
1. inviare un'intimazione al gestore con raccomandata a/r chiedendo eventualmente anche i danni:
http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php
2. se alla lettera riceve risposta negativa oppure non riceve risposta alcuna entro 50 giorni, fare un tentativo di conciliazione presso l'Autorita' dell'energia Arera (ex Aeegsi):
http://sosonline.aduc.it/scheda/energia+elettrica+gas+conciliazioni+obbligatorie_25396.php
3. se neanche la conciliazione va a buon fine, si potra' fare causa presso il proprio giudice di pace, anche senza avvocato per importi inferiori a 1.100 Euro:
http://sosonline.aduc.it/scheda/giudice+pace_15959.php
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori