testata ADUC
Rogito sbagliato
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
22 gennaio 2020 0:00
 
Buongiorno,
il Notaio presso cui ho fatto il rogito l'11 novembre 2019 non è stato eseguito correttamente. L'agenzia delle entrate ha inviato al Notaio stesso un avviso di accertamento in quanto la casa è soggetta ad iva, regolarmente pagata, ma dal rogito non si evince e così viene chiesto il pagamento dell'imposta di registro.
Il Notaio, anzichè, recarsi all'agenzia delle entrate per correggere il suo errore, ci ha chiesto il pagamento dell'imposta di bollo e ci ha detto che recupereremo l'iva versata al costruttore.
Intanto devo capire come fermare l'avviso di accertamento dell'Agenzia delle entrate e poi come posso procedere con il notaio che ha fatto questo enorme errore?
Grazie
Paola, dalla provincia di RM

Risposta:
se il notaio, come sembra, ammette l'errore - e quindi anche la legittimità dell'accertamento notificato - lei è comunque tenuta o al pagamento dell'imposta contestata o a ricorrere nei tempi e nei modi descritti, direttamente o tramite un assistenza legale, ove sussistano le motivazioni di un ricorso in autotutela e successivamente presso la CTP competente. Il recupero dell'IVA incassata indebitamente dal venditore e i risarcimenti da richiedere al notaio (sanzioni, interessi, ecc.) saranno oggetto di procedimenti indipendenti.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori