testata ADUC
Tari pagata due volte per sbaglio
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
20 settembre 2020 0:00
 
Salve, come da titolo ho per sbaglio mio ma anche dell'operatore dell'ufficio postale pagato due volte la tari con il modello F24 rata unica mentre avevo già pagato 2 rate mesi prima.
Ho subito mandato una mail all'ufficio tributi del mio comune con allegati sia la domanda di rimborso precompilata sia tutte le ricevute timbrate da poste italiane. Il giorno successivo ricevo come risposta che per avviare la procedura di rimborso servono le quietanze di versamento F24. Vado a chiedere al direttore dell'ufficio postale e mi spiega che non rilasciano quietanze ma solo il loro timbro di avvenuto pagamento. Come devo fare?
Simone, dalla provincia di CO

Risposta:
come precisato in una nota di Poste, "la ricevuta cartacea rilasciata dall'ufficio postale attesta l'avvenuto pagamento ed ha valore di quietanza liberatoria". Pertanto, non può esserle richiesta altra prova. Si faccia valere con una lettera raccomandata A/R o PEC di messa in mora indirizzata al Sindaco: http://sosonline.aduc.it/scheda/messa+mora+diffida_8675.php Qualora non ottenga quanto richiesto, si rivolga al Difensore Civico della sua Regione per chiederne l'interento.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori