testata ADUC
 USA - USA - Le accuse della DEA per narco-terrorismo contro alto esponente del governo venezuelano di Maduro
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
28 maggio 2020 12:50
 
A seguire il testo del comunicato della DEA - Drug Enforcement Administration
L'amministratore delegato della DEA, Timothy J. Shea, e il procuratore degli Stati Uniti per il distretto meridionale di New York, Geoffrey S. Berman, hanno annunciato oggi che Adel El Zabayar è stato accusato presso il tribunale federale di Manhattan di aver partecipato a una cospirazione narco-terroristica per l'importazione di cocaina e relativi reati per l'uso e il possesso di mitragliatrici e altre armi, reati dovuti al suo sostegno del venezuelano Cártel de Los Soles e delle organizzazioni terroristiche straniere designate Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia (FARC), Hezbollah e Hamas.

"Le accuse odierne contro Adel El Zabayar per il commercio di armi e di cocaina e il reclutamento di terroristi, dimostrano ulteriormente la corruzione all'interno del regime di Maduro", ha affermato l'amministratore delegato Shea. "Le azioni denunciate mostrano che l'amministrazione di Maduro opera senza riguardo per i propri cittadini, inondando gli Stati Uniti di cocaina e altre droghe per arricchirsi. ….. "

"Adel El Zabayar faceva parte della alleanza tra membri del governo, militari e FARC che facevano uso di violenza e corruzione per promuovere i loro obiettivi narco-terroristici", ha affermato l'avvocato degli Stati Uniti Berman. "El Zabayar è stato presumibilmente un elemento fondamentale dell'apparato che ha cospirato per esportare letteralmente tonnellate di cocaina negli Stati Uniti. Oggi sosteniamo inoltre, per la prima volta, che il Cártel de Los Soles ha cercato di reclutare terroristi da Hezbollah e Hamas per la pianificazione e l'esecuzione di attacchi contro gli Stati Uniti, e che El Zabayar è stato determinante come intermediario. Presumibilmente, El Zabayar ha ottenuto dal Medio Oriente carichi di armi di livello militare. Con le accuse di oggi, El Zabayar si aggiunge a tutti gli altri incriminati di due mesi fa, ed è possibile che finirà in galera in Usa quando verrà arrestato".

Secondo le accuse a carico di El Zabayar e nel relativo Atto di accusa su Maduro Moros e altri nel distretto meridionale di New York, che è stato aperto il 26 marzo 2020:

El Zabayar è membro del Cártel de Los Soles. Il nome del cartello si riferisce alle insegne solari apposte sulle uniformi di alti ufficiali militari venezuelani. Per più di due decenni, i membri del cartello, tra cui El Zabayar e Maduro Moros, hanno abusato del popolo venezuelano e corrotto le istituzioni legittime del Venezuela - tra cui parti dell'esercito, apparati di intelligence, legislatori e magistrati - per facilitare l'importazione di tonnellate di cocaina negli Stati Uniti. Il cartello ha cercato non solo di arricchire i suoi membri e accrescere il proprio potere, ma anche di "inondare" gli Stati Uniti con la cocaina e e i relativi effetti dannosi che portano alla dipendenza.

Il Cártel de Los Soles ha lavorato in coordinamento con le organizzazioni terroristiche straniere indicate, tra cui le FARC, Hezbollah e Hamas. El Zabayar, in particolare, ha, tra le altre cose, partecipato a negoziati sulle armi per la cocaina con le FARC, ottenendo lanciarazzi anticarro dal Medio Oriente per le FARC come pagamento parziale per la cocaina e reclutato terroristi da Hezbollah e Hamas allo scopo di aiutare a pianificare e organizzare attacchi contro gli interessi degli Stati Uniti.

Ad esempio, intorno al 2014, El Zabayar ha partecipato a numerosi incontri con Diosdado Cabello Rondón, presidente dell'Assemblea costituente nazionale del Venezuela e membro della Cártel de Los Soles, in una base militare a Caracas, in Venezuela. Durante gli incontri, Cabello Rondón ordinò a El Zabayar di recarsi in Medio Oriente per ottenere armi e reclutare membri di Hezbollah e Hamas per allenarsi nei campi di addestramento clandestini situati in Venezuela. Cabello Rondón ha spiegò durante l'incontro, tra l'altro, che lo scopo di reclutare membri di Hezbollah e Hamas per addestrarsi in Venezuela era quello di creare una grande cellula terroristica in grado di attaccare gli interessi degli Stati Uniti per conto del Cártel de Los Soles. El Zabayar era d'accordo. Diversi mesi dopo, dopo che El Zabayar tornò in Venezuela dal Medio Oriente, lui stesso, Cabello Rondón e altri sono andati insieme in un hangar controllato da Maduro Moros all'aeroporto internazionale Simón Bolívar di Maiquetía, in Venezuela, dove El Zabayar ha ricevuto un carico libanese aereo pieno di armi, inclusi lanciarazzi, AK-103 e fucili di precisione, che lui stesso aveva ottenuto quando si trovava in Medio Oriente, come inviato da Cabello Rondón.
Nel corso delle attività di El Zabayar per conto del Cártel de Los Soles, lo stesso è stato anche un collegamento tra il governo venezuelano e il presidente siriano Bashar Hafez al-Assad, combattuto in Siria per conto delle forze appoggiate da Hezbollah di Assad nel 2013, ed è apparso in almeno due interviste rilasciate da Al Manar, il portavoce dei terroristi Hezbollah.

La denuncia accusa El Zabayar, 56 anni, di: (1) la partecipazione a una cospirazione narco-terroristica, che comporta una pena da 20 anni fino all’ergastolo; (2) cospirare per importare cocaina negli Stati Uniti, che comporta una pena sa 10 anni fino all’ergastolo; (3) l'uso e il trasporto di mitragliatrici e altre armi a supporto delle cospirazioni di narco-terrorismo e importazione di cocaina, che comporta una pena da 30 anni all’ergastolo; e (4) cospirare per usare e trasportare mitragliatrici e armi…. Le potenziali condanne minime e massime in questo caso sono indicate dal Congresso e fornite qui solo a scopo informativo, in quanto qualsiasi condanna dell'imputato sarà determinata dal giudice.

L'amministratore delegato Shea e l'avvocato statunitense Berman hanno elogiato l'eccezionale lavoro investigativo dell'unità investigativa bilaterale della divisione operazioni speciali della DEA e della forza d'attacco di New York.

Questo caso è gestito dall'Unità di terrorismo e narcotici internazionali dell'Ufficio del procuratore degli Stati Uniti. L'assistente procuratore americano Amanda L. Houle, Matthew J. Laroche, Jason A. Richman e Kyle Wirshba sono responsabili dell'accusa.

Le accuse nella denuncia sono solo tali, e El Zabayar e gli imputati sono considerati innocenti fino a prova contraria.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori