testata ADUC
 GIAPPONE - GIAPPONE - Le adolescenti attaccate al cellulare per due ore al giorno
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
21 gennaio 2008 0:00
 
Una vita senza telefonino? Gli adolescenti nipponici non riescono quasi piu' a immaginarla. Molti di loro passano ore a inviare sms o a telefonare, in un modo che gli esperti giudicano preoccupante perche' sostituisce i rapporti reali. In piu', molti utilizzano il cellulare come strumento di "mobbing", per insultare o minacciare i coetanei. Un sondaggio governativo rileva che un terzo dei bambini delle elementari possiede il telefonino; piu' su s'arriva presto al 96%. Le ragazze vi trascorrono in media 124 minuti al giorno, i ragazzi 92 minuti. Se per alcuni adolescenti e' una vera droga, moltissimi sostengono che e' la cosa piu' importante, dopo la propria vita. Un altro sondaggio, condotto tra 1.600 alunni di 14 anni, rivela che il 60% ha il cellulare e che uno su due invia almeno 20 messaggi al giorno. "Si sentono piu' sicuri se il loro interlocutore non e' in carne e ossa", spiega il pedagogo Tetsuro Saito, che teme per le facolta' comunicative delle nuove generazioni.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori