testata ADUC
 U.E. - U.E. - Ancora troppe vittime della strada: 39.200 nel 2006
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
21 dicembre 2007 0:00
 
Periodo natalizio, periodo di spostamenti. Ma le strade sono poco sicure. Sia per i comportamenti sbagliati, sia per le inadempienze politiche. I 25 Stati Ue (escluse ancora Bulgaria e Romania) non hanno fatto abbastanza per ridurre i morti del 50% entro il 2010, come preventivato nel 2001 e ribadito nel 2006. Lo mostra uno studio del Consiglio europeo sulla sicurezza nei trasporti (Etsc), secondo cui, l'anno scorso, le vittime sono state ancora 39.200. E' vero che nel 2001, anno dei buoni propositi, la cifra era a 50.000, ma il miglioramento non basta a centrare l'obiettivo. E in alcuni Paesi, come Estonia, Lituania e Ungheria, i morti tra il 2005 e il 2006 sono addirittura aumentati. Altri dati del 2006: l'Austria ha segnato un modesto -4,9%; il record delle vittime spetta alla Polonia (5.243), seguita da Germania (5.091) e Francia (4.709); le strade piu' sicure sono quelle di Malta, con 27 morti per un milione di abitanti; il maggiore progresso va al Portogallo (-22,3%); anche il Lussemburgo ha segnato un calo di morti del 21,7%. Esc spiega che i buoni risultati nascono dalle nuove autostrade in sostituzione delle strade statali e locali; da limiti di tempo piu' rigidi; da controlli severi contro ogni tipo di guida scorretta.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS