testata ADUC
 USA - USA - Cannabis per combattere l'insonnia. Studio
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 settembre 2020 15:00
 
Si raccomanda alle persone di dormire 8 ore ogni notte. Un sonno adeguato gioca un ruolo enorme nella salute e nel benessere generale delle persone. Se qualcuno rispetta la giusta quantità di sonno, significa che trascorre letteralmente un terzo della sua vita dormendo, il che evidenzia ulteriormente quanto sia importante il sonno per gli esseri umani.
Sfortunatamente, non tutti dormono adeguatamente ogni notte.
Un sonno scarso può ridurre significativamente l'aspettativa di vita di una persona attraverso un aumento del rischio di obesità, malattie cardiache e diabete.
Quando qualcuno regolarmente non dorme abbastanza, è un problema di salute molto serio che deve essere affrontato immediatamente.
Secondo uno studio recente fatto in California, la cannabis potrebbe essere in grado di aiutare le persone che hanno difficoltà a dormire adeguatamente la notte.

Aumento del tempo dedicato al sonno
I ricercatori hanno recentemente indagato sulla relazione tra il consumo di cannabis e la quantità di sonno durante la notte.
"Abbiamo esaminato la relazione tra l'uso quotidiano di cannabis e la successiva qualità del sonno misurata oggettivamente negli adulti di mezza età e negli anziani con e senza HIV".
Lo studio ha coinvolto 17 persone tra 50 e 70 anni. Ognuna di queste ha segnalato il consumo di cannabis e la durata del sonno per 14 giorni consecutivi tramite un rilevamento su un’app.
“Nei modelli lineari a effetti misti, l'uso di cannabis era significativamente associato a un maggiore tempo di sonno totale successivo (ß = 0,56; p = 0,046). L'uso di cannabis non era correlato a un cambiamento nell'efficienza del sonno (ß = 1,50; p = 0,46) né alla frammentazione del sonno (ß = 0,846, p = 0,756) nei giorni con consumo di cannabis rispetto ai giorni senza consumo di cannabis ".
I ricercatori hanno concluso che "Questi risultati preliminari indicano che l'uso di cannabis può avere un effetto positivo sulla durata del sonno negli adulti di mezza età e negli anziani".

Cannabis: la scelta più sicura
Esistono vari ausili per il sonno e sono ampiamente disponibili per le persone che soffrono di insonnia, anche farmaci da banco o su prescrizione.
Esistono anche una moltitudine di rimedi casalinghi, tuttavia non sono sempre efficaci e spesso si basano più su opinioni soggettive e prove aneddotiche che su prove scientifiche.
I farmaci da prescrizione che trattano i problemi del sonno non sono sempre efficaci e, anche quando lo sono, in genere hanno una serie di effetti collaterali. Lo stesso accade anche coi farmaci da banco.
La cannabis sembra essere una scelta più sicura e, in alcuni casi, più efficace. La cannabis non ha molti degli effetti collaterali che si manifestano con diversi farmaci.

(articolo di Johnny Green su Marijuana Moment del 18/09/2020)

 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori