testata ADUC
 USA - USA - Cannabis legale. Chi la usa beve meno alcool e prende meno farmaci
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
2 agosto 2019 8:33
 
Un nuovo sondaggio si aggiunge al crescente numero di prove che collegano l'uso legale di cannabis a tassi ridotti di consumo di alcol e farmaci da prescrizione. Questo studio, condotto da LOCALiQ - la divisione di marketing digitale di Gannett, l'editore di USA Today e altre pubblicazioni - fornisce anche una serie di approfondimenti aggiuntivi sul moderno consumatore di cannabis.

I ricercatori hanno intervistato 8.805 consumatori di cannabis di età compresa tra 21 e 64 anni che vivono in uno dei 21 Stati Usa dove la cannabis è legale. LOCALiQ ha scoperto che il 52% degli intervistati ha dichiarato di essere in grado di ridurre il proprio uso di farmaci da prescrizione e il 49% ha ridotto il proprio uso di antidolorifici da banco. Il 37 percento ha dichiarato di aver ridotto l'assunzione di alcol da quando ha iniziato a fumare erba e il 60 percento degli intervistati ha dichiarato di privilegiare uno stile di vita sano.

I risultati di questo sondaggio confermano dozzine di studi precedenti che collegano l'erba legale alla riduzione dell'uso di alcol, oppioidi e altri farmaci. Studi condotti negli Stati Uniti e in Canada fanno sapere che i pazienti sono spesso in grado di abbandonare con successo i farmaci dopo l'inizio del trattamento con marijuana medica. Altri ricercatori hanno scoperto che l'uso di oppiacei continua a diminuire negli Stati dove l’erba è legale. Altri studi riportano un calo delle vendite di alcolici - i sondaggi mostrano persino una generale mancanza di interesse per l'alcol sempre negli Stati in cui l'erba è legale.

Il nuovo sondaggio ha anche esaminato diverse altre tendenze dello shopping di cannabis separando la base degli attuali acquirenti in tre gruppi: famiglie benestanti, baby boomer e acquirenti frequenti.

E’ stato rilevato che le famiglie benestanti che guadagnano oltre $ 75.000 all'anno sono "acquirenti attivi di cannabis" e tendono a spendere circa $ 50 ogni volta che si recano ad un dispensario. La maggior parte di questi appartenenti a famiglie benestanti è alla ricerca di erba per le sue proprietà mediche, con il 48 percento che afferma di aver acquistato erba per la gestione dello stress e un altro 37 percento in cerca di cure per il dolore cronico.

Tra questi acquirenti benestanti, la maggior parte degli uomini ha fatto acquisti mediamente in quattro o più dispensari negli ultimi tre mesi, mentre le donne sono più fedeli allo stesso dispensario. Ma "nonostante gli elevati livelli di spesa complessivi, le famiglie benestanti non sono fedeli e sono più facilmente influenzate per scegliere tra vari prodotti rispetto alla qualità", secondo Leafly.
Le famiglie benestanti acquistano sicuramente molta erba, ma non tanto quanto i baby boomer. Oltre un terzo di questi ultimi spende oltre $ 75 per ogni acquisto, mentre la media è di circa $ 50. Il rapporto ha anche scoperto che "I baby boomer che non acquistano marijuana hanno il 60 percento di probabilità in più rispetto ai millennial di prenderla in considerazione". Come le famiglie benestanti, molti boomer acquistano per cercare di curare i loro problemi medici, tra cui dolore cronico, insonnia e ansia.
LOCALiQ ha anche esaminato gli acquirenti che acquistano erba più frequentemente. Questi ultimi spendono circa $ 50 per ogni acquisto, ma il 70 percento di loro ha dichiarato di aver visitato il negozio di cannabis tre o quattro volte al mese. La maggior parte (58 percento) di questi acquirenti ha un'età compresa tra 21 e 34 anni, coi 35-54enni che rappresentano un altro 35 percento. Oltre la metà degli acquirenti frequenti ha dichiarato di acquistare anche erba per rilassarsi e alleviare lo stress.

Questi risultati supportano anche un altro recente studio che mostra che la maggior parte degli acquirenti di negozi di cannabis ricreativa acquistano erba per aiutarsi a gestire lo stress e altri problemi medici.

(articolo di Chris Moore, pubblicato sulla rivista Merry Jane del 01/07/2019)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori