testata ADUC
 AMERICHE - AMERICHE - Colombia-Usa: Duque, collaborazione militare non contro Venezuela ma contro narcotraffico
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
8 giugno 2020 16:12
 
 Il presidente della Colombia, Ivan Duque, ha segnalato che la missione militare del Comando sud degli Stati, ospitata dalla settimana scorsa, nulla ha a che vedere con la pressione che Bogota' e Washington stanno portando avanti nei confronti con il Venezuela di Nicolas Maduro. Il capo dello stato ha smentito qualsiasi insinuazione secondo "cui si starebbe cercando una cooperazione nascosto con l'interesse di colpire il regime di Nicolas Maduro". La missione e' arrivata nel paese per collaborare "nella lotta contro il narcotraffico", ha detto il capo dello stato intervistato dalla "Cnn" spagnola. "E la lotta contro il narcotraffico per noi e' un tema di principio e non smetteremo di cooperare ne' con gli Stati Uniti ne' con qualsiasi altro paese" con il quale si possa sviluppare una relazione utile a tale scopo. Quella con gli Usa, e' "una relazione molto stretta, siamo il principale alleato in tema di condivisione delle informazioni militari e di sicurezza, per la lotta contro il terrorismo e il narcotraffico" nella regione. Un rapporto, ha sottolineato Duque, "storico e trasparente". In settimana alcuni parlamentari di opposizione avevano chiesto al governo informazioni "dettagliate" sulla "natura, gli obiettivi e le condizioni di questa presenza militare.
La missione era arrivata in Colombia il 1 giugno. Gli effettivi statunitensi, si leggeva in un comunicato, dovranno fornire supporto attraverso l'addestramento, la consulenza e l'assistenza alle unita' colombiane, al fine di rafforzare le capacita' nella lotta comune al narcotraffico. Le operazioni, prosegue la nota, riguarderanno le aree designate dal governo Ivan Duque come "prioritarie" e si concentreranno su logistica, servizi e capacita' di intelligence, al fine di potenziare la cooperazione e lo scambio di informazioni. Prima di essere totalmente operativi, i circa cinquanta militari si sottoporranno a una quarantena di due settimane per evitare possibili contagi da nuovo coronavirus. "Questo spiegamento dimostra la duratura promessa di amicizia, alleanza e solidarieta' del Comando sud con i suoi alleati" si legge ancora nella nota che ricorda la "lunga storia" di cooperazione tra Colombia e Stati Uniti.
Da parte sua il ministro della Difesa della Colombia, Carlos Holmes Trujillo, ha rimarcato che l'apporto di Washington sara' limitato alla consulenza, negando ogni tipo di partecipazione congiunta a operazioni militari. "Non ci sara' in nessun momento transito di truppe straniere, ne' partecipazioni ad operazioni militari. Le operazioni militari le sviluppano esclusivamente le truppe colombiane", ha detto il ministro in un video pubblicato sul proprio profilo twitter. La notizia ha causato allarme presso la Forza alternativa rivoluzionaria del comune (Farc), il partito nato dalle ceneri della omonima formazione guerrigliera: "Si riceve l'allarmante notizia della messa in marcia di un piano di destabilizzazione della pace del continente", scrive Farc secondo cui "nessuno mette in dubbio che questa situazione si sviluppa come parte della strategia di aggressione militare del governo di Donald Trump contro il Venezuela".
(Nova)

 

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori