testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Dose di cocaina. Lite della disperazione a colpi di coltello per contendersela
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
16 febbraio 2020 18:24
 
Si sono scannate per una dose. Non è solo un modo di dire, ma quanto accaduto l’altro ieri nel viale principale di Lido Tre Archi (Fermo, Marche), sotto gli occhi dei residenti. E’ qui che una transessuale di 59 anni e una donna di 48, entrambe del posto e amiche, si sono accoltellate per la spartizione di qualche granello di polvere di cocaina. La transessuale, conosciuta da tutti in zona, ha un lungo passato di tossicodipendenza ed è già nota alle forze dell’ordine. L’altra, un 48enne di Fermo, ha alle spalle una vita sbagliata: moglie di un boss della Sacra corona unita, deceduto tempo fa, si è trovata a fare i conti con la realtà e per vivere ha iniziato a prostituirsi. E’ in questo contesto di degrado sociale che si è consumata la lite a colpi di coltello per la quale entrambe le persone coinvolte sono finite in ospedale. Nessun regolamento di conti per il mercato della droga, come avviene spesso tra clan di nordafricani, ma solo tanta disperazione e la necessità di accaparrarsi la dose quotidiana di cocaina per due persone che vivono nello stesso appartamento, condividono lo stesso «mestiere» e lo stesso vizietto. Resta la violenza dell’episodio e restano le ferite riportate da entrambe dopo essersi accoltellate. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che, dopo le prime cure, hanno trasportato le due al pronto soccorso. Qui sono state medicate, ma non corrono pericolo di vita. Sulla vicenda indaga la polizia. In effetti non c’è molto da capire, si è trattato di una lite della disperazione.
(Il Restro del Carlino)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori