testata ADUC
 GIAPPONE - GIAPPONE - I giapponesi risparmiano di meno
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
11 gennaio 2008 0:00
 
L'evoluzione demografica erode il tasso del risparmio privato giapponese. Al termine dell'ultimo anno fiscale (primo aprile 2006 - 31 marzo 2007) e' risultato del 3,2%, ben lungi da quell'11,4% del 1997, per non parlare del 23,1% del 1975. Queste cifre rispecchiano l'impatto dell'invecchiamento della popolazione, della riduzione dei salari, della precarizzazione del lavoro, ma derivano anche dalla scarsa attrattivita' degli investimenti finanziari (mercato borsistico atono, tassi d'interesse estremamente bassi). Oggi, il Giappone e' al secondo posto tra i Paesi che risparmiano di meno, preceduto solo dagli Usa il cui tasso di risparmio e' negativo, ed e' molto distanziato dalle nazioni europee, quali la Francia con il suo 12%. Per ora, i soldi non risparmiati vanno in consumi e cio' va bene fintanto che lo Stato e le aziende continuano a mettere soldi da parte. I problemi per l'economia generale potrebbero nascere a medio e lungo termine.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori