testata ADUC
 MESSICO - MESSICO - Legalizzazione cannabis. La scadenza del 30 aprile, oltre non potrà più essere illegale
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
23 gennaio 2020 13:00
 
Un disegno di legge per legalizzare le vendite di marijuana in Messico è in circolazione tra i legislatori, in occasione della sessione del mese prossimo.
La nuova proposta, presentata congiuntamente dai Comitati Giustizia e Salute, consentirebbe ai maggiorenni di possedere fino a 28 grammi di cannabis per uso personale e coltivare fino a sei piante. Si potrà anche richiedere una licenza per possedere più di 28 grammi ma non più di 200.
Mentre il senatore Ricardo Monreal Ávila del partito al potere, MORENA, ha affermato che la misura non è ancora definitiva, e incontrerà la segretaria interna Olga Sánchez Cordero e Julio Scherer, consulente legale del presidente, la prossima settimana per discutere in merito.
Il Mexican Cannabis Institute, un nuovo organo di regolamentazione, sarebbe responsabile del rilascio delle licenze commerciali e dello sviluppo delle regole per il mercato. Il disegno di legge contiene anche disposizioni volte a promuovere l'equità sociale, come dare la priorità alle licenze di coltivazione per le prsone delle comunità più colpite dalla guerra alla droga.
L'istituto sarebbe anche in grado di concedere borse di studio per la ricerca sulla coltivazione della cannabis per uso commerciale, secondo il giornale Milenio.
L'introduzione di questa legislazione arriva più di un anno dopo che la Corte Suprema della nazione ha ritenuto incostituzionali le leggi federali che proibiscono il possesso e la coltivazione personali di marijuana, una sentenza seguita da un mandato legislativo per porre fine alla attuale normativa. Nei mesi successivi, i legislatori hanno lavorato per sviluppare un sistema normativo per la legalizzazione.
Ma mentre ci sono stati progressi - con il Senato che ha tenuto numerosi incontri pubblici, tra cui uno che presentava un ex zar della droga della Casa Bianca - la legislatura non è stata in grado di raggiungere un compromesso su un disegno di legge accettabile prima della scadenza data dal tribunale ad ottobre 2019, spingendo i principali legislatori a richiedere un rinvio.
La Corte Suprema ha convenuto di prorogare il termine per un cambio di politica al 30 aprile.
Il nuovo disegno di legge depositato al Congresso è in gran parte simile a quello che le commissioni del Senato hanno presentato poco prima della scadenza precedente, ma ci sono stati alcuni piccoli cambiamenti. Ad esempio, modifica lo schema delle licenze aziendali. Ci saranno cinque tipi di licenze che l'istituto può rilasciare: coltivazione, trasformazione, marketing, esportazioni / importazioni e ricerca.
Monreal ha sottolineato che "non c'è ancora nulla di garantito" in termini di prospettive per il passaggio del nuovo progetto di legge così come è oggi redatto.
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori