testata ADUC
 GRAN BRETAGNA - GRAN BRETAGNA - Perché l'essere umano è una delle rare specie che non fa sesso in pubblico?
Scarica e stampa il PDF
Notizia di Redazione
8 agosto 2020 10:57
 
L'umano e il craterope squamoso (una specie di uccello), sono - secondo le indagini di un ricercatore, pubblicate su Proceedings of the Royal Society - gli unici due animali a non accoppiarsi perché tutti possano vederli. Il resto del mondo animale non è imbarazzato da tale atto. Per spiegare questo comportamento umano, l'autore propone “l'ipotesi di mantenere la cooperazione”.

Prima di questo, ha considerato diverse possibilità.
Predazione. Nascondersi durante la riproduzione potrebbe proteggere dalla vulnerabilità offerta da questo momento.
Interferenza sociale. Una certa discrezione che garantisce più pace, in modo che altri individui non interferiscano.
O anche l'esclusività. Il maschio isolerebbe la femmina per garantire un rapporto esclusivo con lei.
Un'ultima possibilità era la "confusione di paternità". La femmina farebbe in modo che il maschio non sappia con chi si è riprodotta e quindi non sappia nemmeno se i suoi figli siano davvero suoi. Il che li proteggerebbe dall'infanticidio.

Per confermare o confutare queste quattro ipotesi, il ricercatore ha stabilito diversi criteri. Che non sono stati completati. Nessuna di queste previsioni sembrava avverarsi, né negli esseri umani né nel crateropo in scala.

Una specie sociale
In parallelo, l'autore ha analizzato 4.572 etnografie di 249 culture diverse. Evidenziando una diffusa preferenza per la privacy. Nel 100% dei casi esistono anche norme sociali per controllare l'accoppiamento del partner. Che sia attraverso la monogamia della coppia, quella della donna, o per la scelta dei partner extraconiugali.

E nascondere l'atto sessuale permetterebbe di mantenere questo controllo dell'accoppiamento, evitando "l'eccitazione sessuale nei testimoni", suppone il ricercatore. Ciò porterebbe anche a garantire "la cooperazione con i membri del gruppo a cui è impedito l'accoppiamento". Agli occhi dello scienziato, questa ipotesi di mantenere la cooperazione sembra essere la più probabile.

Gli esseri umani, come altre specie sociali, dipendono dalla cooperazione di gruppo. Soprattutto per il cibo (caccia, agricoltura ...). Ma anche per garantirne la forma fisica. Poiché i bambini hanno bisogno di cure genitoriali e allogeniali, o almeno di un ambiente sicuro. Sorprendentemente, nelle grandi scimmie sociali in cui la cooperazione di gruppo o maschile è cruciale, gli individui dominanti raramente nascondono l'atto sessuale.

(articolo di Eléonore Solé del 07/08/2020, pubblicato su Futura-Santé)
 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori