testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - I Sindaci non possono vietare il 5G. Tar Sicilia
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 luglio 2020 11:21
 
I sindaci non posso vietare l'installazione di impianti 5G. Lo stop arriva dal Tar Sicilia, che con l'ordinanza n. 549/2020 ha bocciato l'iniziativa del primo cittadino di Messina, che aveva vietato a chiunque di sperimentare, installare e diffondere sul territorio del comune di Messina impianti con tecnologia 5G in attesa di dati scientifici più aggiornati fra i quali la nuova classificazione della cancerogenesi delle radiofrequenze 5G annunciata dall'International Agency for Research on Cancer e prendendo in riferimento i dati scientifici più aggiornati e già disponibili sugli effetti delle radiofrequenze, che evidenziano l'estrema pericolosità per la salute dell'uomo.
Il tribunale amministrativo siciliano, adito da Vodafone Italia spa, ha sospeso in via cautelare gli effetti del provvedimento applicando, per la prima volta, l'art. 38 del decreto «Semplificazioni», che al comma 6 espressamente stabilisce che «i comuni possono adottare un regolamento per assicurare il corretto insediamento urbanistico e territoriale degli impianti e minimizzare l'esposizione della popolazione ai campi elettromagnetici con riferimento a siti sensibili individuati in modo specifico, con esclusione della possibilità di introdurre limitazioni alla localizzazione in aree generalizzate del territorio di stazioni radio base per reti di comunicazioni elettroniche di qualsiasi tipologia e, in ogni caso, di incidere, anche in via indiretta o mediante provvedimenti contingibili e urgenti, sui limiti di esposizione a campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici, sui valori di attenzione e sugli obiettivi di qualità, riservati allo Stato».
La disposizione, recependo evidentemente la giurisprudenza consolidata, sancisce, per un verso, l'illegittimità di un divieto generalizzato alla installazione degli impianti del genere in esame, per un altro, l'impossibilità di adottare ordinanze contingibili e urgenti in una materia la cui competenza è riservata allo Stato.
(Italia Oggi del 24/07/2020)

Qui un nostro recente comunicato


 

CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori