testata ADUC
 ITALIA - ITALIA - Sparatoria a Catania: due morti. Regolamento di conti tra i 'signori' della droga?
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
9 agosto 2020 18:53
 
 Lo scontro in moto tra bande criminali finito a colpi di pistola di ieri a Librino potrebbe essere stato preceduto da due fatti gravi: il ferimento del fratello di un 'signore' della droga e una furibonda rissa a colpi di casco. Puntano a determinare l'origine del farwest a colpi di pistola di ieri sera in viale Grimaldi con un bilancio pesantissimo: due morti e quattro feriti. Le vittime sono Luciano D'Alessandro di 48 anni e Vincenzo Scalia di 29. I feriti di età compresa tra i 26 e i 56 anni. Gli investigatori dei carabinieri per tutta la notte hanno compiuto sopralluoghi e interrogatori per capire un po' di più sullo scontro a pistolettate.
Il primo indizio porta al ferimento ad un polpaccio causato da un colpo di pistola di Salvatore Monaco avvenuto ieri mattina nel quartiere di San Berillo nuovo. Monaco è fratello di un “signore” della droga già tempo fa arrestato per la gestione di una piazza di spaccio molto remunerativa in quella zona. L'epilogo di viale Grimaldi dunque potrebbe avere avuto la matrice iniziale nel ferimento di Monaco? Su questo interrogativo stanno lavorando i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale. Ma c'è un'altra segnalazione particolarmente inquietante: un'ora prima dei fatti di viale Grimaldi è stata segnalata una furibonda lite in un bar di via Armando Diaz nel quartiere di Nesima: personaggi ‘pesanti' della criminalità sarebbero venuti alle mani. Anche questo un preludio allo scontro finale con la morte di D'Alessandro e Scalia?. Interrogativi al vaglio degli inquirenti.
Sulla sua pagina Facebook Niko Pandetta, cantante neomelodico nipote del capomafia Turi Cappello, ha dedicato un post a una delle due persone decedute, Vincenzo Scala, pubblicando una loro foto insieme.
"Riposa in pace vita mia - ha scritto Pandetta - non mi poteva arrivare notizia più brutta. Ancora non ci credo angelo. Per mio fratello Enzo riposa in pace
Mi dicevi sempre 'quando mi scrivi una canzone'? Non volevo farlo per la tua morte. Adesso sarai il mio angelo custode per tutta la vita, ti amo fratellino".
(La Repubblica)
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori