testata ADUC
 USA - USA - Tossicodipendenza. Los Angeles vota ok per le narcosale
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
24 giugno 2021 13:06
 
 Il Consiglio comunale di Los Angeles ha approvato il 22 giugno una risoluzione a sostegno del Senato Bill 57, che legalizzerebbe le sale in cui le persone possono usare droghe in presenza di personale medico (narcosale) nel tentativo di ridurre le overdose, che sono la principale causa di morte accidentale in California. Le cosiddetti sale del Programma di prevenzione dell'overdose mirano anche a ridurre le malattie trasmissibili facendo in modo che il personale controlli la sicurezza di un tossicodipendente e dia lui forniture sterili, come gli aghi. Le salenon fornirebbero droghe agli utenti.
I decessi per overdose di fentanyl nella contea di Los Angeles sono triplicati tra il 2018 e il 2020 e il tasso di overdose per le persone senza fissa dimora è aumentato del 33,2% solo da gennaio a giugno del 2020, secondo la risoluzione del Consiglio comunale. Le overdose sono state la principale causa di morte tra gli abitanti di Los Angeles senzatetto dal 2017. "Il drastico aumento dei decessi tra le persone senza fissa dimora a Los Angeles indica un'emergenza che richiede soluzioni urgenti", ha affermato la consigliera Nithya Raman, che ha presentato la risoluzione. "SB 57 non solo aiuterà a ridurre il numero di persone che muoiono ogni giorno per overdose, ma ci aiuterà anche a portare più persone nei servizi e nelle cure". Raman ha osservato nella sua risoluzione, sostenuta dal consigliere Mark Ridley-Thomas, che i siti del Programma di prevenzione dell'overdose rappresentano un'opportunità per i professionisti di interagire con le popolazioni ad alto rischio, compresi i senzatetto, per fornire loro i servizi necessari.

Il disegno di legge statale è stato presentato dal senatore Scott Wiener, D-San Francisco. Autorizzerebbe Los Angeles, San Francisco e Oakland ad approvare alcune organizzazioni per l'esecuzione di programmi di prevenzione dell'overdose con requisiti specifici, tra cui "spazio igienico supervisionato da personale qualificato in cui le persone che fanno uso di droghe possono consumare droghe già in loro possesso, fornendo forniture di consumo sterili, accesso o rinvii ai trattamenti per uso di sostanze e con personale autorizzato e addestrato a somministrare in emergenza un antagonista degli oppioidi".

(da City News Service)
 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori