testata ADUC
 AFRICA - AFRICA - La zona di libero scambio continentale africana potrebbe essere la risposta alla crescita del continente nero
Scarica e stampa il PDF
Notizia 
2 agosto 2020 17:23
 
Secondo la Banca Mondiale, la zona di libero scambio continentale africana  - circa 68 milioni di persone - potrebbe aumentare il reddito regionale di circa $ 450 miliardi, - circa il 7% del reddito regionale attuale -, accelerare la crescita dei salari per le donne e sollevare 30 milioni di persone dalla povertà estrema entro il 2035. Il patto è stato mediato dall'Unione Africana ed è entrato in vigore alla fine di maggio dell'anno scorso per i 24 paesi che avevano depositato i loro strumenti di ratifica. Tuttavia è improbabile che venga implementato per diversi mesi, a causa delle interruzioni causate dal coronavirus. La scadenza iniziale era il 1 ° luglio 2020. Il rapporto spiega che la liberalizzazione delle tariffe accompagnata dalla riduzione delle barriere non tariffarie aumenterebbe le entrate di circa $ 153 miliardi. I rimanenti $ 292 miliardi porterebbero a misure quali la riduzione dei costi commerciali per le imprese e la facilitazione dell'integrazione delle imprese africane nelle catene di approvvigionamento globali. L'AfCFTA non solo stimolerebbe il commercio africano, in particolare quello intra-regionale di manufatti, ma aumenterebbe anche le esportazioni intra-continentali dell'81% e verso i paesi non africani del 19%.
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
NOTIZIE IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori