testata ADUC
ABUSO POSIZIONE DOMINANTE MERCATO NOTEBOOK: L'ADUC DENUNCIA ALL'ANTITRUST MICROSOFT E I PRINCIPALI PRODUTTORI DI HARDWARE
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
27 ottobre 2005 0:00
 

Firenze, 27 ottobre 2005. L'Aduc ha denunciato all'Autorita' Garante della concorrenza e del mercato (Antitrust), per abuso di posizione dominate nel mercato dei notebook, la Microsoft e i principali produttori di hardware (Acer, Asus, Compaq, Dell, Fujitsu-Siemens. Hp, Ibm, Packard Bell, Sony e Toshiba) del settore.
La denuncia prende spunto dal fatto che e' praticamente impossibile l'acquisto di un notebook, o comunque di un pc, senza che vi sia pre-installato un sistema operativo della Microsoft. I produttori interpellati in materia, per cercare di acquistare un computer senza sistema operativo Microsoft, hanno negato la possibilita', se non a spese del consumatore che, dopo l'acquisto in cui paga anche il sistema operativo, decide di disinstallare lo stesso e sostituirlo con un altro a sua scelta, ma senza per questo percepire alcun rimborso. Una contraddizione che risalta dal fatto che, al primo avvio del computer, al consumatore viene chiesta l'accettazione delle condizioni di Microsoft per l'uso del software: che e' come -per fare un esempio- se a chi acquista un telefonino fosse chiesta l'accettazione delle condizioni per l'uso del software che fa funzionare l'apparecchio. Oppure -sempre altro esempio- se a chi acquista un vaso di terracotta fosse imposto l'acquisto di determinati fiori e non altri, facendoglieli comunque pagare e, per usare il vaso con altri fiori, buttare quelli pagati e, senza rimborso, comprarsene altri di proprio gusto.
I meccanismi con cui i produttori di hardware cercano di condizionare e convincere i consumatori della inscindibilita' dell'hardware con quello specifico software, sono anche al livello del ridicolo umano (classiche perle dei call center, e non solo, di assistenza di non pochi fornitori di servizi e prodotti), per cui la eventuale rimozione di adesivi (COA: certificato di autenticita') che indicano la presenza del sistema Microsoft, vengono indicati come fatti che farebbero decadere il contratto (che e' come dire che ascoltare un dvd di un gruppo musicale si dovrebbe applicare sul lettore il bollino della casa produttrice del dvd).
Il testo completo della denuncia e' consultabile a questo indirizzo:
clicca qui
Con la denuncia, firmata dal presidente dell'Aduc Vincenzo Donvito, insieme a Marco Pieraccioli e al dr ing. Leonardo Serni (entrambi consulenti informatici Aduc) si chiede che l'Autorita', previa indagine conoscitiva e istruttoria con acquisizione di tutti i dati tecnici, statistici, economici, etc., accerti l'abuso di posizione dominante della MICROSOFT con tutte le aziende di produzione di hardware indicate, e conseguentemente adotti tutti i provvedimenti che riterra' opportuni per tutelare il mercato e i consumatori dall'abuso suddetto, in particolare si chiede:
- la rimozione di tutti i limiti di reperimento sul mercato di PC senza S.O. pre-installato, eventualmente comminando le sanzioni del caso;
- l'annullamento e/o dichiarazione di nullita' della licenza OEM (quella del software unitamente all'hardware);
- l'equiparazione di quelle già in possesso degli utenti finali alla licenza FULL (quella autonoma rispetto all'hardware);
- di far rendere agevoli le procedure per la restituzione delle licenze pre-installate da parte dei produttori e legittimamente rifiutate dagli utenti.
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori