testata ADUC
MICROSOFT/ANTITRUST. ITALIA PAESE DEL LIBERO MERCATO? NO E' IL PAESE DI CHI SI BALOCCA COL LIBERO MERCATO A SPESE DEI CONSUMATORI
Scarica e stampa il PDF
Comunicato 
22 agosto 2006 0:00
 

Firenze, 22 agosto 2006. Abbiamo gia' diffusa la notizia che l'Antitrust ha bocciato un nostro ricorso in cui chiedevamo di verificare se Microsoft e i produttori di hardware che installano su tutti i loro pc il sistema operativo Windows, operassero in abuso di posizione dominante (clicca qui). Ci torniamo sopra per una constatazione e una denuncia che crediamo non sia secondaria per comprendere il nostro sistema di controllo della liberta' di mercato, quello che passa attraverso l'attivita' dell'Autorita' Garante della Concorrenza e del Mercato.
Per gli stessi motivi per cui noi abbiamo chiesto all'Antitrust italiano di intervenire, la Fair Trade Commission della Corea del Sud ha riconosciuto Microsoft colpevole di abuso di posizione dominante, e l'azienda fondata da Bill Gates si e' adeguata alla condanna cominciando a distribuire su quel mercato una versione del sistema operativo "Windows xp" priva dei programmi Messenger e Media Player. Inoltre, e' bene ricordare che, sempre per motivi simili, l'Antitrust europea lo scorso luglio ha inflitto a Microsoft una multa da 280,5 milioni di euro che va ad aggiungersi all'ammenda di 497 milioni di euro imposta nel 2004 sempre per abuso di posizione dominante. La questione e' ancora aperta, ma la condanna in prima istanza non ci sembra fatto secondario.
La denuncia che facciamo e' che se ne deduce che l'Italia non e' tanto il Paese del libero mercato e che i provvedimenti presi dal ministro allo Sviluppo Economico Pierluigi Bersani sulle liberalizzazioni, fanno sorridere per l'ambito limitato a cui si rivolgono, per il loro tepore e, soprattutto, per le reazioni e non-applicazioni che piu' o meno tutti gli interessati stanno facendo. Con un gioco di parole che sono una tremenda realta', possiamo serenamente affermare che il nostro e' il Paese in cui le Autorita' preposte ai controlli si baloccano col libero mercato e, come sempre, a spese dei consumatori.

Vincenzo Donvito, presidente Aduc
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori