testata ADUC
Segnalazione dibattito nei forum
Scarica e stampa il PDF
Lettera 
13 settembre 2015 0:00
 
Salve spesso nei forum si verificano casi di Troll che infastidiscono il normale uso del Forum, dato che mi è sempre sembrato un luogo di discussione molto importante è un peccato che 1 o 3 persone possano destabilizzare la tranquillità di scambio di idee...
Il forum sta scadendo nel ridicolo in questo modo, serve un moderatore cosa che nn vedo presente.
Ad esempio nickname: ennius4531
è palesemente un troll e infastidisce spesso le discussioni, offende, è volgare e crea disinformazione...
Non è possibile bannarlo?
Avete bisogno di aiuto per una figura di moderatore? io mi offro se avete carenza di personale...
grazie
Martina, da Cagliari (CA)

Risposta:
premesso che non abbiamo personale essendo un'associazione di volontariato... nello specifico, i forum "Di' la tua" non sono moderati per esplicita scelta: crediamo siano piu' produttivi da un punto di vista civico quando sono gli stessi conferenzieri a moderarsi e ad ignorarsi quando qualche intervento non e' gradito. Il nostro intervento (che talvolta c'e'), non e' per moderare un dibattito, ma, a parte ovviamente gli interventi che sono spam tecnico, e' per evitare che attraverso quanto viene scritto si possano configurare gli estremi di un reato.
Per essere piu' espliciti: a noi non interessa che un conferenziere dia di imbecille (o anche peggio, nell'ambito della categoria blasfemia) ad un altro, ma se la presenza di questo epiteto in un dibattito potesse rappresentare gli estremi di un reato (e talvolta puo' esserlo: diffamazione et similia), siccome la legge punisce anche chi pubblica oltre chi scrive, noi interveniamo per censurare il presunto reato (ma non chi lo avrebbe commesso), perche' non ci piace andare a difenderci in giudizio per la liberta' d'espressione di un approssimato conferenziere che non conosce i metodi civili e leciti di confronto. Metodo che, per essere sempre espliciti, non utilizziamo quando alcune aziende che vengono chiamate in causa dalle loro presunte vittime di disservizi, ci intimano di far scompare questo o quell'altro intervento: se questi ultimi sono espressi in modo civico, pur se mettono in discussione le capacita' professionali di un venditore di un prodotto o di un servizio, li lasciamo dove sono e, per queste ragioni, andiamo a difendere la nostra pratica e la nostra idea di liberta' d'espressione anche nelle aule giudiziarie.
Leggere per credere: http://avvertenze.aduc.it/censura/
 
 
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori