testata ADUC
Firenze tramvia e le promesse elettorali. Aiuto!
Scarica e stampa il PDF
19 aprile 2023 11:39
 
 E’ partita la campagna elettorale per il Sindaco 2024. Il confronto sembra, al momento, quello sulla tramvia. L'attuale presidente della Regione Eugenio Giani, che sembra si voglia candidare a primo cittadino per il cosiddetto centro-sinistra, vorrebbe un tunnel che attraversasse il centro storico, con tanto di fermata sotterranea in piazza della Repubblica. E anche quello che potrebbe essere il suo avversario, il sen. Paolo Marcheschi (Fdi) pare voglia altrettanto, non sappiamo se con schieramento di cosiddetto centrodestra o destra o estrema destra.

La città in questi mesi, e anche per i prossimi, è abbastanza sottosopra per le nuove linee tram, e tutti siamo pazienti perché i vantaggi sembra che ci dovrebbero essere, visti anche i risultati delle due linee oggi esistenti. 

Ma cosa succederà in un’ipotesi tunnel piazza Beccaria / Stazione Smn, dovendo sventrare il centro? E’ immaginabile, a partire dai vari veti che saranno posti dalla Soprintendenza che oggi, per ogni cassonetto dei rifiuti da interrare, dice giustamente la sua. E sotto il centro ci sono tanti centri dei secoli precedenti a quello che oggi viviamo. Ci aspettano decenni di invivibilità?

Noi cittadini e utenti dei servizi di questa città, ci siamo fatti un’idea: bla bla bla. Cioé: il parlarsi addosso dei politici, a chi la spara più grossa per cercare di fare colpo sugli elettori che non saranno ancora fuggiti dalla città (l’inverno anagrafico fiorentino è realtà in costante crescita). 
Nella nostra modesta cultura urbana, oltre - come un qualunque uomo della strada - ad immaginarci crolli di Duomo, Battistero, Palazzo Vecchio, Uffizi, etc con cui potrebbero avere a che fare intrepidi ingegneri e geologi… noi utenti non riusciamo a capire, rispetto ai progetti in corso d’opera e in essere, quale ulteriore innovazione potrebbe rappresentare il tunnel.
Tra l’altro in una città in cui i residenti scappano e i turisti sono già oltre il massimo. E anche se le politiche di Palazzo Vecchio tendono a far crescere i fuggitivi ma a costruire super alberghi di lusso negli ultimi spazi rimasti in città, i turisti di lusso della tramvia se ne fanno un baffo… vuoi che non abbiamo permessi ad hoc per le vetture dei propri autisti?

Insomma prepariamoci a tormentoni in cui sostanzialmente i candidati parlano tra loro e relativi accoliti e corporazioni. In un clima in cui - governo nazionale docet - le promesse e gli impegni delle campagne elettorali vengono disattesi in nome della cosiddetta realpolitik. 

Poi dice che sempre meno persone vanno a votare… chissà perché…
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza economica sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
 
ADUC - Associazione Utenti e Consumatori APS