testata ADUC
Le super-vaccinate societa' del futuro
Scarica e stampa il PDF
Medicare? di Giuseppe Parisi
15 febbraio 2010 11:14
 
Ora e' ufficiale: il trivalente e' sicuro. Una sentenza del General Medical Council rigetta completamente i risultati della ricerca, pubblicata da Lancet nel 1998 e ora ritirata, che metteva in correlazione il vaccino trivalente con casi di autismo. Ora la vaccinazione contro le tre malattie e' riabilitata.
Le malattie in questione trattate dalla vaccinazione sotto accusa, erano morbillo, rosolia e parotite.
Una tale improvvisa notizia, a ridosso delle striscianti critiche mosse verso l’OMS a livello internazionale per la gestione delle vaccinazioni e il virus H1N1, appare una riabilitazione scientifica della vaccinazione, molto di mira negli ultimi tempi.
Avevamo gia' rilevato come la ricerca medica, nel campo farmaceutico, avanzata dalle grandi multinazionali del farmaco chimico, aveva subito in questi ultimi anni un certo rallentamento. Cagionato dai minori consumi dei prodotti farmaceutici, modulati dai vari governi per il controllo delle risorse sanitarie. Il minor gettito economico era stato motivo della restrizione degli investimenti nell’esosa ricerca farmacologica da parte delle multinazionali farmaceutiche. Tuttavia esistono ancora diversi fattori: ad esempio la ricerca si e' raffinata, nuovi farmaci cosiddetti “intelligenti” che diventano personalizzabili all’individuo-paziente, il versante del bio-farmaco e le “nuove” frontiere delle staminali, hanno in qualche modo raffreddato quella tipica ricerca che era l’economia trainante per le multinazionali farmaceutiche fino pochi anni fa.
Oggi, per la multinazionale farmaceutica, investire risorse economiche espone a forti quesiti di ritorno economico, la “molecola” deve essere innovativa, ancor di piu' per il mercato e le “scelte” di utenti finali, medici e pazienti. Il percorso che trascorre dalla formulazione della ricerca fino al prodotto ultimato, e' lungo. S'impone una continua verifica e obblighi di legge per la sicurezza del prodotto da immettere sul mercato.
Tradotto, questo significa almeno sette-dieci anni che devono essere spesi in un susseguirsi con vari gradi, senza inoltre tenere conto delle sempre possibili battute di arresto, che sovente avvengono in un grado qualsiasi dei vari passaggi prima della registrazione del prodotto finito.
Ecco qui la grande verita' nascosta. Esiste una ragione profonda -la necessita' delle multinazionali farmaceutiche- di realizzare gettito economico immediato: i vaccini.
La tecnologia e' ormai vecchia di oltre mezzo secolo, i risultati sono certi, l’investimento e' bassissimo, i ritorni economici sono ancora davanti a noi. Prevediamo, per i tempi a venire, una sempre maggior difficolta' delle multinazionali farmaceutiche.
Noi suggeriamo una saggia strategia per evitare l’estendersi di tali fenomeni nel tempo. Per soccorrere “l’inventiva” delle multinazionali farmaceutiche, e' necessaria una statalizzazione delle risorse, investimenti, benefici, con una collaborazione che investa i dicasteri dell’universita' e della ricerca con i maggiori enti nazionali insieme alle multinazionali farmaceutiche.
Il vantaggio sarebbe la direzione delle ricerche, che non sarebbe vincolata meramente al ritorno economico, ma assumerebbe prospettive di ampio respiro su programmi definiti e su obiettivi mirati.
Ne avremmo giovamento tutti, la salute e il benessere delle intere collettivita' internazionali, oltremodo gli strani “fenomeni” epidemiologici H1N1 non avrebbero più motivo di esistere e non dovrebbero capitare piu'. Tuttavia il problema maggiore rimane: i soldi gettati via inutilmente e la dispersione di energie economiche e intellettuali, che non giovano alle necessita' della salute dell’intera umanita'.

Approfondimenti
- VATICANO. Il ministro Fazio va in Vaticano
- Governo filo-Vaticano. Testamento biologico, migliaia di lettere a Fini contro il ddl tortura
- ITALIA. Studio Telethon: staminali contro la degenerazione muscolare
- L’altra faccia del mercato della salute. GERMANIA Vaccino influenza A a scapito della produzione dei vaccini infantili
MEDICARE? IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori