testata ADUC
Btp Futura
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Claudio Voltolini
11 giugno 2020 9:38
 
 Chissà se al Ministero Economia e Finanza, un fan di Lucio Dalla ha tratto ispirazione dall’omonimo e famoso brano?
Chiamare un Buono del Tesoro Poliennale, Futura, sarà sembrato di buon auspicio, e di buoni auspici noi italiani, ne abbiamo bisogno per superare la crisi economica attuale.
Come preannunciato già ad Aprile, il Mef ha comunicato oggi alcuni dettagli della prossima emissione riservata “esclusivamente” ai risparmiatori privati.
Nel mese di maggio è stato emesso con successo il Btp Italia, all’inizio di Giugno un Btp a 10 anni ha ricevuto richieste record.
Il momento è molto favorevole per collocare titoli di Stato Italiani; le ingenti risorse liquide presenti nei conti correnti, la scarsità di soluzioni alternative, i massicci acquisti della Bce, sono alcune delle motivazioni che concorrono ad assorbire l’aumento del debito di cui l’Italia necessita per finanziare spese ordinarie (stipendi e pensioni) e straordinarie (contributi a favore cittadini ed aziende) di questo travagliato anno.

Dai dati oggi comunicati non è possibile formulare un giudizio, sia pur preventivo.
La durata sarà nel range 8-10 anni;
sarà possibile acquistare i titoli sia online che in filiale da lunedì 6 a venerdì 10 luglio alle ore 13;
tutte le richieste verranno soddisfatte, il Mef si riserva la possibilità di chiudere anticipatamente il collocamento;
il tasso sarà predeterminato e crescente nel tempo (modalità step-up) e verrà comunicato il 3 Luglio;
per i risparmiatori che decideranno di mantenere il titolo fino a scadenza, sarà previsto un bonus Fedeltà, come per le emissioni di Btp Italia.
Questo bonus, da un minimo dell’1% ad un massimo del 3%, sarà legato alla crescita del Pil italiano nel periodo.

Le esperienze delle ultime emissioni di Btp Italia mi fanno pensare che il Ministero sarà estremamente generoso con i sottoscrittori del titolo, ma tornerò sull’argomento appena sarà resa nota la serie dei tassi, la durata e i criteri di calcolo del bonus finale.
 
 
CHI PAGA ADUC
l’associazione non percepisce ed è contraria ai finanziamenti pubblici (anche il 5 per mille)
La sua forza sono iscrizioni e contributi donati da chi la ritiene utile

DONA ORA
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori