testata ADUC
Cannabis legale. Consumatori in crescita in Colorado
Scarica e stampa il PDF
Articolo di Redazione
30 maggio 2018 11:56
 
 Secondo il Green Market Report, una nuova ricerca condotta da BDS Analytics, società di ricerca sulla cannabis di Boulder, ha rilevato che il 35% dei residenti in Colorado che hanno 21 anni e più di età ha fumato, mangiato un piatto commestibile o altrimenti consumato nel primo trimestre del 2018 un prodotto a base di cannabis, un 10 % in più rispetto allo stesso arco temporale del 2017.
Per quanto riguarda i negozi al dettaglio, il picco del consumo corrisponde a un aumento del 12% delle vendite totali rispetto al primo trimestre dell'anno scorso. Dal momento che il Colorado ha aperto il primo mercato americano della cannabis ricreativa per adulti nel 2014, nello Stato c’é stata una fiorente attenzione verso la pianta verde, con crescite continue di vendite di pesticidi e di entrate fiscali. Fino alla fine del 2017, i dispensari del Colorado avevano venduto un valore record di 1,51 miliardi di dollari di erba, con il 2018 in pool position per andare oltre questi numeri.
Per quanto riguarda i consumatori, i ricercatori del BDS fanno sapere che il 68% degli intervistati ha dichiarato di aver usato marijuana per ragioni di salute e ludici, con la maggior parte che preferisce accendersi uno spinello di sera -forse come sostituto dell'happy hour per un bicchiere di rosso o una bottiglia di birra.
E mentre i dispensari sono ora pieni di innumerevoli tipi di prodotti derivati dalla cannabis, così come innumerevoli gadget usati per consumarli, il BDS ha scoperto che il 79% degli intervistati ha fumato marijuana, una crescita del 67% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso.
Con quattro anni di legalizzazione alle spalle e un costante aumento di interesse per la cannabis, la “love story” del Colorado con tutte le cose che hanno a che fare con la cannabis, fa ben sperare per gli altri Stati, che si stanno domandando quale e come potrebbe essere il loro mercato legale in merito.
In California, dove le vendite di cannabis per adulti sono iniziate a gennaio, un lento processo di concessione di licenze, un mercato nero che continua a persistere e un accesso limitato per chiunque ai dispensari autorizzati, ha portato a un calo delle vendite e ad un gettito fiscale inferiore alle attese. Confrontando i due Stati, la redditività a lungo termine del mercato del Colorado potrebbe essere vista come un incoraggiamento, un esempio concreto perché i danni del proibizionismo finiscano presto.
Mentre altri Stati continuano a approvare leggi sulla riforma della cannabis ricreativa, il Colorado, numero uno come destinazione turistica, potrebbe registrare un calo, ma rimangono comunque tanti residenti soddisfatti di questo mercato legale, e questo sarà sicuramente uno stimolo perché il mercato continui a crescere.

(articolo di Zach Harris, pubblicato su Merry Jane del 29/05/2018)
 
 
ARTICOLI IN EVIDENZA
 
AVVERTENZE. Quotidiano dell'Aduc registrato al Tribunale di Firenze n. 5761/10.
Direttore Domenico Murrone
 
ADUC - Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori